NAVIGA IL SITO

Banca Carige, completato il rafforzamento patrimoniale

L’aumento di capitale da 700 milioni di euro è stato interamente sottoscritto

di Edoardo Fagnani 20 dic 2019 ore 18:02

Banca Carige ha comunicato di aver completato l’intera operazione di rafforzamento patrimoniale e di derisking.

 

carige_2In particolare, l’aumento di capitale da 700 milioni di euro è stato interamente sottoscritto tramite l’emissione di 700.000.000.000 di nuove azioni ordinarie della banca.

Nel dettaglio, la prima tranche, di importo pari a 313,2 milioni di euro, è stata sottoscritta dallo Schema Volontario di Intervento del FITD (SVI), mediante compensazione con il credito derivante dalle obbligazioni subordinate denominate “Banca Carige S.p.A. 2018-2028 Tasso Fisso Tier II” dallo stesso possedute.

La seconda tranche, di importo pari a 63 milioni di euro, è stata sottoscritta da Cassa Centrale Banca (CCB).

La terza tranche, di importo pari a 85 milioni, è stata sottoscritta per 22,85 milioni da coloro che risultavano azionisti della banca precedentemente alla data di avvio dell’offerta (cui tale tranche era riservata) e per 62,15 milioni di euro dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi (FITD), a valere sulla garanzia prestata sulla porzione della tranche non sottoscritta.

La quarta tranche, di importo pari a 238,8 milioni di euro, è stata sottoscritta dal FITD.

 

Nel contesto dell’operazione di Rafforzamento Patrimoniale, Banca Carige ha segnalato che è avvenuta anche l’emissione e il regolamento del prestito subordinato Tier 2 per 200 milioni di euro, interamente sottoscritto da primari investitori istituzionali.

 

Banca Carige ha confermato che risulta superato il 10% del flottante così come definito da Borsa Italiana, soglia identificata come necessaria ai fini della riammissione alle negoziazioni.

 

Nell’ambito del complessivo rafforzamento e risanamento di Banca Carige, si è perfezionata l’operazione di cessione di crediti deteriorati ad AMCO Asset Management Company, con la quale si è realizzato il radicale derisking degli attivi.

La cessione ha per oggetto l’acquisto pro-soluto da parte di AMCO, contro versamento del prezzo di circa un miliardo di euro, di un portafoglio di crediti deteriorati dal valore lordo di bilancio di circa 2,8 miliardi, composto per il 60% da posizioni classificate come unlikely to pay (UTP), inclusi alcuni rilevanti single name, e per la parte rimanente da sofferenze.

Tutte le ultime su: banca carige , aumento capitale carige
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »