NAVIGA IL SITO

Medica, conosciamo meglio la società

La principale attività del gruppo è storicamente rappresentata dai prodotti per la filtrazione del sangue. Il Gruppo Medica opera attraverso tre divisioni

di Edoardo Fagnani 3 nov 2021 ore 10:39

medicaSi susseguono le nuove matricole all’Euronext Growth Milan (ex AIM Italia). Il 3 novembre 2021 Medica ha esordito a Piazza Affari, a seguito del collocamento di 847.650 azioni ordinarie, di cui 685.150 azioni di nuova emissione e 62.500 azioni poste in vendita dall’azionista Andrea Bocchi. A queste si aggiungono. 100.000 azioni rivenienti dall’esercizio delle opzioni di over allotment e greenshoe concesse dagli azionisti Luciano Fecondini e Andrea Bocchi.

Il prezzo di collocamento delle azioni Medica era stato fissato a 27 euro, con una capitalizzazione della società iniziale pari a circa 114 milioni di euro.

Al prezzo di collocamento la domanda era stata pari a circa 7,6 volte le azioni offerte.

 

MEDICA – L’ATTIVITA’

Gruppo Medica - attivo dal 1985 nello storico distretto biomedicale di Mirandola (Modena) - è uno dei principali operatori italiani nel settore della progettazione, sviluppo, produzione e vendita di dispositivi medicali per la filtrazione del sangue, macchine elettromedicali e prodotti per la purificazione microbiologica delle acque.

La principale attività del gruppo è storicamente rappresentata dai prodotti per la filtrazione del sangue, a cui negli anni, alla ricerca di nuovi prodotti e mercati ad elevata marginalità, il Gruppo Medica ha affiancato dapprima l’attività di sviluppo, realizzazione e commercializzazione di sistemi per Urodinamica, Leucocitaferesi, HIPEC, Manometria Gastrointestinale e Uroflussometri e, più di recente, di dispositivi da filtrazione microbiologica dell’acqua, arrivando infine ad avviare, negli ultimi anni, lo sviluppo di prodotti per la Medicina Biorigenerativa e per il trapianto di organi.

Il Gruppo Medica opera attraverso tre divisioni:

  • Medical Division, dedicata alla progettazione, sviluppo, produzione e commercializzazione di dispositivi medicali e macchine destinati alla filtrazione del sangue e ad altri trattamenti acuti, come la perfusione degli organi da trapiantare o i trattamenti HIPEC;
  • Water Division, dedicata alla progettazione, sviluppo, produzione e commercializzazione di prodotti per la purificazione microbiologica dell’acqua;
  • Tecnoideal Automation Division, che cura la progettazione, la costruzione, l’avviamento e la manutenzione di macchinari e linee produttive automatizzate per l’assemblaggio di dispositivi medicali, sia su commessa custom sia con prodotti standard a catalogo.

Il Gruppo Medica produce sia in OEM (produttore di apparecchiature originali) che con i propri brand per alcuni dei più importanti player mondiali del biomedicale e inoltre commercializza i propri prodotti direttamente o tramite distributori consolidati in oltre più di 60 Paesi (fra cui Germania, Cina e Stati Uniti), incluse quelle relative alle macchine automatiche per la produzione di dispositivi medicali monouso.

 

MEDICA – I DATI DI BILANCIO

Medica ha fornito alcuni dati finanziari relativi al 2020 e al primo semestre 2021.

Nel dettaglio, la società ha terminato lo scorso esercizio con ricavi per 44,06 milioni di euro, in aumento del 27,1% rispetto ai 34,67 milioni ottenuti l’anno precedente. Il management ha segnalato che la crescita del fatturato è stata organica sulle diverse divisioni e non solo concentrata in un’unica tipologia di prodotto. Il margine operativo lordo è aumentato del 24,2%, passando da 17,69 milioni a 9,55 milioni di euro; tuttavia la marginalità si è ridotta dal 22,2% al 21,7%, in conseguenza a incrementi di immobilizzazioni per lavori interni. Medica ha terminato il 2020 con un utile netto (esclusa la quota di terzi) di 3,77 milioni di euro, rispetto ai 2,78 milioni contabilizzati l’anno precedente.

Nei primi sei mesi del 2021 i ricavi di Medica sono scesi del 5,6% a 20,3 milioni di euro, mentre il margine operativo lordo si è ridotto da 4,9 milioni a 4,25 milioni di euro (-13,3%). Il management ha segnalato il forte calo dei ricavi della Water Division, per effetto del Covid-19 che ha reso questo segmento all’interno degli ospedali temporaneamente meno prioritario. La società ha terminato il semestre con un utile netto di 2,3 milioni di euro.

A fine giugno 2021 l’indebitamento netto di Medica era salito a 7,79 milioni di euro, rispetto ai 3,11 milioni di inizio anno.

Nel documento di ammissione delle azioni all’Euronext Growth Milan Medica ha precisato che non ha adottato una politica dei dividendi.

 

MEDICA – LA STRATEGIA

Nel documento di ammissione delle azioni all’Euronext Growth Milan Medica ha segnalato che tra gli obiettivi futuri, è previsto un ulteriore consolidamento sul mercato dei prodotti a marchio proprio, nonché il lancio di una serie di dispositivi che hanno ottenuto recentemente la Certificazione CE. Inoltre, la pipeline di prodotti sarà anche affiancata da una strategia di acquisizioni per consolidare la presenza commerciale, anche diretta, in alcuni mercati considerati strategici per la crescita del gruppo.

In particolare, Medica intende ulteriormente rafforzare il proprio posizionamento competitivo nei settori della purificazione del sangue e della filtrazione dell’acqua e quindi proseguire il proprio percorso di crescita mediante acquisizioni strategiche di società target e distributori utilizzati dal gruppo.

Nel dettaglio, la crescita per linee esterne della Medical Division ha quale obiettivo l’acquisizione di società di distribuzione operanti in mercati selezionati (Italia, Germania), in modo ca avvicinare Medica agli utenti finali tramite il distributore, per poter accelerare la cooperazione con il mondo delle cliniche ospedaliere. La società guarda anche a società attive nel settore della componentistica dei medical device e dei sensori, al fine di arricchire il portafoglio dei prodotti tecnologici e facilitare la promozione e la commercializzazione dei dispositivi medicali di Medica attraverso i canali di vendita trasversali del mercato OEM-private label.

Parallelamente la crescita per linee esterne della Water Division prevede l’acquisizione di società commerciali e/o industriali al fine di beneficiare di un accesso immediato e diretto sul mercato, e/o arricchire il portafoglio prodotti, rendendolo completo.

Infine, la crescita per linee esterne di Tecnoideal ha quale obiettivo l’integrazione di THF, acquisita a fine aprile del 2021, nella struttura del Gruppo Medica e la possibile acquisizione di società operanti nel mercato americano.

Tutte le ultime su: medica , euronext growth milan
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.