NAVIGA IL SITO

Aumento capitale Popolare di Sondrio: i motivi dell’operazione

Nel prospetto informativo relativo all’aumento di capitale Banca Popolare di Sondrio ha precisato come saranno impiegati i proventi incassati dall’operazione.

di Mauro Introzzi 19 giu 2014 ore 11:33
Nel prospetto informativo relativo all’aumento di capitale Banca Popolare di Sondrio ha precisato come saranno impiegati i proventi incassati dall’operazione.

AUMENTO CAPITALE POPOLARE DI SONDRIO, L'INCASSO SARA' DI 332 MILIONI
I vertici dell’istituto toscano hanno precisato che le risorse derivanti dall’operazione, in caso di integrale sottoscrizione delle azioni offerte, al netto delle spese, sono stimate pari a circa 331,8 milioni di euro, rispetto a un ammontare lordo di massimo 350 milioni di euro.
Il totale delle spese, inclusivo delle commissioni del consorzio bancario che garantirà la sottoscrizione dei diritti che resteranno inoptati, è stimato in circa 18,2 milioni di euro.

LEGGI ANCHE: Aumento capitale Popolare di Sondrio, ecco tutte le caratteristiche dell'offerta


popolare-di-sondrio2AUMENTO CAPITALE POPOLARE DI SONDRIO, SARA' RAFFORZATO IL PATRIMONIO
Sempre nel prospetto informativo, i vertici di Popolare di Sondrio precisano che l'aumento di capitale è finalizzato, in primis, a rafforzare i coefficienti patrimoniali, così da consentire il pieno rispetto dei limiti prudenziali previsti dalla vigente normativa (Basilea 3) già dal corrente esercizio, nonché di affrontare gli eventuali impatti rivenienti dal Comprehensive Assessment, in relazione al quale le banche sottoposte all’Asset Quality Reiew e agli Stress Test, considerata la loro rilevanza sistemica, saranno inoltre tenute a rispettare, quale parametro di riferimento per l’esito di tali esercizi nello Scenario base, un Capitale Primario di Classe 1 dell’8% e nello Scenario avverso, un Capitale Primario di Classe 1 del 5,5%.

LEGGI ANCHE: Aumento capitale Popolare di Sondrio, indicazioni sull’operatività

AUMENTO CAPITALE POPOLARE DI SONDRIO, L’INCREMENTO DEI MULTIPLI
L’aumento di capitale, secondo le stime dei vertici della Popolare di Sondrio, determinerebbe alla data del 1° gennaio 2014, il pieno rispetto dei requisiti prudenziali allo stato previsti dalla normativa di vigilanza e consentirebbe di affrontare gli impatti che potrebbero derivare dalle risultanze del Comprehensive Assessment degli enti europei.

L’evoluzione dei principali coefficienti di vigilanza (stima al 1/1/2014) nella tabella seguente:


Coefficienti "Basilea 3" ("fully phased") Senza Aumento Con Aumento
Common equity Tier 1 / Attività di rischio ponderate (CET1 ratio) 7,88% 9,30%
Tier 1 / Attività di rischio ponderate (Tier 1 ratio) 7,91% 9,33%
Fondi propri / Attività di rischio ponderate (Total Capital ratio) 10,48% 11,90%
     
Valori all'1/1/2014    


AUMENTO CAPITALE POPOLARE DI SONDRIO: COME SARANNO UTILIZZATI I PROVENTI
Ma come saranno effettivamente impiegati i proventi? Lo specifica lo stesso prospetto informativo della banca, che intende:

- alimentare il sostegno finanziario a famiglie e imprese meritevoli (e quindi alle economie locali delle aree presidiate). L’intento è pure di rispondere attivamente all’auspicata ripresa della domanda di credito riveniente dall’inversione di tendenza, quindi dalla crescita, del ciclo produttivo. Su tali basi operative la Banca intende proseguire l' accrescimento delle proprie quote di mercato e del portafoglio clienti;
 
- supportare la crescita strutturale attesa, in particolare tramite l’apertura, nell'arco del prossimo triennio, di una decina di nuove filiali all'anno, quale concreta espressione della volontà di proseguire, in autonomia, lo sviluppo dimensionale per linee interne in continuità con quanto attuato negli anni precedenti.


Altri ambiti d'intervento, in termini di rafforzamento operativo e strutturale, attengono a:
- un rafforzamento dei rapporti con le società partecipate;
- progetti di ampliamento e ammodernamento di filiali;
- potenziamento dei presidi relativamente ai vari profili di rischio, con particolare riguardo a quello di credito;
- investimenti necessari per l’acquisizione di sistemi informatici innovativi, tali da migliorare l’efficienza operativa e sostenere l’evoluzione del canale virtuale.
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Fattura elettronica, chi ha l'obbligo di emetterla e come deve adempiervi

La fattura elettronica è il documento fiscale telematico che deve essere emesso per la cessione di un bene o la prestazione di un servizio. Tutto quello da sapere

da

ABCRisparmio

Bonus bebè 2020: come fare domanda, requisiti e importi

Bonus bebè 2020: come fare domanda, requisiti e importi

Dal 2020 possono usufruire dell’assegno mensile di sostentamento, meglio noto come “Bonus Bebè”, tutte le famiglie senza limiti reddituali Continua »