NAVIGA IL SITO

Astaldi, i numeri del 2012: dividendo di 0,17 euro

di Edoardo Fagnani 13 mar 2013 ore 14:09 Le news sul tuo Smartphone
In miglioramento i risultati del 2012 di Astaldi. Lo scorso anno la società romana ha registrato ricavi per 2,46 miliardi di euro, in aumento del 4,1% rispetto ai 2,36 miliardi dell’esercizio precedente. Il margine operativo lordo è cresciuto del 2%, passando da 259,4 milioni a 264,5 milioni di euro. Tuttavia, la marginalità è scesa al 10,8%. L’utile netto è cresciuto del 4,1%, passando da 71,2 milioni a 74,13 milioni di euro.
A fine 2012 l’indebitamento netto di Astaldi ammontava a 622,9 milioni di euro, in aumento rispetto ai 479,7 milioni di inizio anno. Sempre a fine 2012 il portafoglio ordini del gruppo ammontava a oltre 10 miliardi di euro, grazie a nuovi ordini per un ammontare di 2,5 miliardi. La società può contare su un portafoglio ordini potenziale di 22 miliardi, in grado di garantire il 70% dei ricavi dei prossimi 5 anni.

I vertici di Astaldi hanno ricordato che il gruppo sta valutando una serie di opzioni strategiche per valorizzare al meglio la propria presenza sul mercato delle concessioni attraverso operazioni di rifinanziamento, vendita di attività, partnership strategiche, rafforzamento di partnership finanziarie.

Il management di Astaldi ha proposto la distribuzione di un dividendo di 0,17 euro per azione, lo stesso ammontare assegnato lo scorso anno. La cedola sarà staccata il 3 giugno e sarà messa in pagamento il 6 giugno.
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: astaldi , bilanci 2012 , dividendi