NAVIGA IL SITO

Arterra Bioscience, conosciamo meglio la società

Arterra Bioscience è attiva nel settore green biotech che si occupa di ricerca e sviluppo delle biotecnologie. La società ha al suo attivo il deposito di 18 brevetti

di Edoardo Fagnani 28 ott 2019 ore 14:37

arterra-bioscienceAncora una nuova matricola all’AIM Italia. Il 28 ottobre Arterra Bioscience ha debuttato sul  listino dedicato alle PMI dinamiche e competitive; si tratta della ventinovesima matricola all’AIM Italia nel corso del 2019. 

Il collocamento di Arterra Bioscience è avvenuto a seguito dell’offerta di 2.208.000 azioni ordinarie (di cui 1.536.000 di nuova emissione), a un prezzo pari a 2,6 euro per azione, per un controvalore complessivo di 5.740.800 euro inclusivo dell’opzione Greenshoe. In base al prezzo di offerta, la capitalizzazione iniziale della società è stata di circa 17 milioni di euro.

 

ARTERRA BIOSCIENCE - L'ATTIVITA'

Arterra Bioscience è stata fondata nel 2004 come spin-off tecnologica della società americana Arena Pharmaceuticals, società Biotech quotata al NASDAQ.

L’azienda è attiva nel settore green biotech che si occupa di ricerca e sviluppo delle biotecnologie, ossia utilizza organismi viventi come batteri, lieviti, cellule vegetali e animali o parti di essi per sviluppare principi attivi, sia in termini di prodotti e che di processi, focalizzando la propria attenzione sullo studio dei meccanismi di trasduzione del segnale nelle varie tipologie di piante e nell’ambito dei loro differenti sistemi cellulari.

Arterra Bioscience ha segnalato che i prodotti e i processi derivanti dalle attività di ricerca e sviluppo rappresentano vere e proprie tecnologie abilitanti per svariati comparti industriali fornendo, attraverso le loro innumerevoli e svariate applicazioni, risposte a molteplici esigenze sempre più urgenti nella società moderna, ad esempio, a livello di salute pubblica, cura dell'ambiente, agricoltura, alimentazione, sviluppo sostenibile.

Le attività di Arterra Bioscience sono svolte sulla base di contratti di ricerca e sviluppo commissionati da soggetti privati e di “Research Grant Agreements” ossia progetti finanziati da enti pubblici locali, statali e/o europei.

Inoltre, la società ha al suo attivo il deposito di 18 brevetti (8 proprietari, 2 in cui è contitolare e 8 di cui il proprio organico è inventore o co-inventore), di cui 5 depositati a livello internazionale, 12 a livello nazionale e uno in fase di estensione internazionale.

 

ARTERRA BIOSCIENCE - I DATI DI BILANCIO

Arterra Bioscience ha fornito alcuni dati relativi all’esercizio 2018 e al primo semestre del 2019.

Nel dettaglio, la società ha terminato lo scorso anno con ricavi per 2,43 milioni di euro, risultato che si confronta con i 2,05 milioni ottenuti nell’esercizio precedente. Al contrario, il margine operativo lordo si è ridotto da 1,17 milioni a 1,14 milioni di euro, in conseguenza all’aumento dei costi per servizi e del personale; di conseguenza, la marginalità è scesa dal 43% al 38%. L’utile netto è migliorato da 745mila euro a 1,04 milioni di euro.

Nella prima metà del 2019 il giro d’affari di Arterra Bioscience si è attestato a 1,54 milioni di euro, dagli 1,06 milioni ottenuti nella prima metà dello scorso anno. Il margine operativo è cresciuto a 743mila euro, portando la marginalità al 40%. L’utile netto è più che raddoppiato, passando da 299mila euro a 628mila euro.

A fine giugno la posizione finanziaria netta era positiva per 949mila euro, in miglioramento rispetto ai 175mila euro di inizio anno.

Al momento il management non ha individuato una politica di distribuzione dei dividendi. Nel documento informativo che ha accompagnato la quotazione della società all’AIM Italia Arterra Bioscience ha segnalato che l’assemblea dei soci del 29 marzo 2019 ha deliberato la distribuzione di un dividendo di 300mila euro relativamente al risultato dell’esercizio 2018.

 

ARTERRA BIOSCIENCE - LA STRATEGIA FUTURA

Arterra Bioscience ha segnalato che intende proseguire nella strategia di crescita e di sviluppo al fine di accrescere e consolidare il posizionamento competitivo sul mercato.

In particolare, l'azienda punta a rafforzare la divisione dedicata allo sviluppo commerciale per raggiungere nuovi mercati, oltre a introdurre processi di produzione con una componente tecnologica più elevata, in modo da diminuire la possibilità di un errore umano nei processi.

Inoltre, Arterra Bioscience intende espandere il proprio raggio d’azione verso alcuni mercati e sviluppando rapporti con alcune categorie. Nel dettaglio, l’azienda intende incrementare le vendite verso il mercato dei brand Prestige, nel mercato dei brand indipendenti green e nel mercato del make-up.

Arterra Bioscience non esclude la possibilità di intraprendere un progetto di espansione in nuovi paesi (India, Malaysia, Thailandia, Giappone, Brasile).

 

ARTERRA BIOSCIENCE - I FATTORI DI RISCHIO

Tra i fattori di rischio indicati nel documento informativo i vertici di Arterra Bioscience hanno segnalato che la società genera una parte significativa del proprio fatturato dal gruppo Intercos e dalla partecipata Vitalab. In particolare, nel 2018 queste due società hanno inciso sull’80% dei ricavi dell’azienda. A questo proposito il management di Arterra Bioscience ritiene che il tasso di concentrazione dei ricavi dovrebbe diminuire in conseguenza dell’atteso ampliamento della clientela soprattutto con riferimento agli ambiti applicativi in espansione, quale ad esempio quello della nutraceutica. Sempre con riferimento ai rapporti con Intercos, quest’ultima ha sottoscritto azioni di Arterra Bioscience per un controvalore di 1,5 milioni di euro.

Inoltre, la società ha ricordato che la tempistica intercorrente tra il momento in cui si concretizza l’attività di ricerca e sviluppo e la data in cui la stessa inizia a ottenere ricavi dal frutto di tale attività (ossia la fornitura di nuove materie prime impiegabili nella produzione di altri prodotti o l’ottenimento delle royalties), potrebbe essere considerevolmente lunga, richiedendo uno o più anni.

Tutte le ultime su: arterra bioscience
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Chi e per cosa si può utilizzare NoiPA

NoiPA è la piattaforma digitale per la gestione del personale e degli stipendi del settore pubblico.

da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »