NAVIGA IL SITO

Anima, i conti 2016. Dividendo 2017 a 0,25 euro

di Mauro Introzzi 8 mar 2017 ore 12:37 Le news sul tuo Smartphone

anima-palazzoAnima ha chiuso il 2016 con ricavi netti totali pari a 253,7 milioni di euro, in calo del 13% rispetto ai 291,2 milioni di euro del 2015. Secondo la nota della società il calo è da ricondursi interamente al minor contributo delle commissioni di incentivo che nel 2016 si sono attestate a 20,6 milioni di euro dai 57,3 milioni di euro del 2015.

Così il 2016 si è chiuso con un utile netto pari a 101,2 milioni di euro, in calo dai 126,9 milioni di euro del 2015. Tale dato sconta, tra l'altro l’effetto dei maggiori oneri - pari a circa 9 milioni - relativi all’accordo con l’Agenzia delle Entrate del 7 luglio 2016.

L’utile netto normalizzato, che non tiene conto di costi o ricavi straordinari e degli ammortamenti di intangibili, è stato di 127,7 milioni di euro nel 2016, in calo di circa il 15% rispetto ai 150,5 milioni di euro del 2015.

 

La posizione finanziaria netta consolidata al 31 dicembre 2016 risulta positiva per 192,9 milioni di euro, in miglioramento rispetto ai 185,2 milioni di fine 2015.

 

Sulla base di questi conti il consiglio di amministrazione proporrà all’assemblea degli azionisti la distribuzione di un dividendo pari a 0,25 euro per ogni azione ordinaria. Il dividendo sarà pagabile a partire dal 24 maggio 2017 con stacco cedola il 22 maggio 2017.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: anima holding , bilanci 2016 , dividendi