NAVIGA IL SITO

FTSEMib: 1-2-3-4-5 o a-b-c?

il movimento iniziato a maggio 2018 potrebbe essere una figura iniziale A-B-C, seguita da un movimento impulsivo 1-2-3 e poi 4 e 5. Oppure essere altro. Le ipotesi hanno implicazioni differenti

di Fabio Pioli 21 ott 2019 ore 10:52

Di Fabio Pioli, trader professionista e fondatore di CFI Consulenza Finanziaria Indipendente (www.cfionline.it)


analisi_tecnica_2Il titolo un po’ criptico di questa settimana risponde alla nostra promessa di effettuare articolo incentrati sull’analisi tecnica in queste settimane. Se la scorsa settimana abbiamo discusso del lungo periodo, in questa settimana ci concentreremo sul breve e, precisamente sul movimento del 2018 e sull’attuale.

“Tutto cominciò nel lontano Maggio 2018” periodo in cui risalgono i massimi relativi di 24.175 punti dai quali i prezzi inziarono a scendere.

Ebbene, avendo a mente il principio base dell'analisi di Elliott, ossia che da come inizia un'onda si può inferire (come analisi naturalmente, non si confonda con la probabilità, ma qui stiamo facendo analisi) lo sviluppo futuro, si può rendere in maniera grafica l'ipotesi che il ribasso fosse un movimento principale, ossia, come lo chiama Elliott, impulsivo, ovvero, ancora, suddiviso in 5 sotto onde nominate 1-2-3-4-5 (da qui parte del titolo del presente articolo) e che il movimento attuale sia tutta una onda correttiva, denominata onda 2, suddivisa in 3 sotto onde denominate a-b-c (da qui la seconda parte del titolo del presente articolo) (Figura 1)

 

analisi-tecnica-ftsemib-21-ottobre-2019-1

Fig 1. Future FTSEMib – Grafico settimanale


La conclusione inevitabile di tale impotesi se fosse vera? Si andrebbe sotto i 17.815 punti.

Tuttavia il movimento iniziato a Maggio 2018 da 24.175 punti potrebbe anche essere letto come segue: una figura iniziale A-B-C, seguita questa volta da un movimento impulsivo 1-2-3 (già attuali) e poi 4 e 5 (figura 2).


analisi-tecnica-ftsemib-21-ottobre-2019-2

Fig 2. Future FTSEMib – Grafico settimanale

 

Come al solito la lettura di Elliott e difficile sebbene talvolta sia più facile e altre meno.

In questo caso, graficamente (ma parliamo solo di grafica e non di probabilità, attenzione, perché queste ultime ddicono diversamente) non ci sentiamo di scartare nessuna delle due ipotesi.

Ultima precisazione da fare: non si fa trading con l'analisi tecnica: l’analisi tecnica è opinione (grafica) personale) di cui non esiste assegnazione di probabilità; il metodo deriva dall’ analisi tecnica e assegna ad essa precise probabilità.

Molti confondono e, magari essendo molto esperti di analisi tecnica, fanno operazioni in base a loro opinioni, ritenendo di farle in modo oggettivo.

La titolarità dell'analisi che qui riportiamo è dell'autore della stessa, e l'editore - che ospita questo commento - non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà.
L'autore comunica che la presente esposizione presenta informazioni che potrebbero potenzialmente suggerire implicitamente o esplicitamente una strategia di investimento riguardante uno o più strumenti finanziari e pareri sul valore o il prezzo attuale o futuro di tali strumenti ed è da intendersi come una comunicazione di marketing. In quanto tale non rappresenta una ricerca preparata conformemente ai requisiti giuridici volti a promuovere l'indipendenza di una ricerca in materia di investimento e non è soggetta a nessun divieto che proibisca le negoziazioni da parte degli analisti e dei soggetti rilevanti prima della diffusione della ricerca in materia di investimenti.
Tutte le ultime su: analisi tecnica
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.