NAVIGA IL SITO

FTSEMib: dalle stelle alla polvere?

Mai dare per scontato nulla in borsa perché il rischio di essere superficiali è troppo alto. Tuttavi la fase attuale parla forte e chiaro. Vediamo insieme cosa ci dice.

di Fabio Pioli 20 feb 2023 ore 11:22

Di Fabio Pioli, trader professionista, ideatore di Miraclapp, la più grande piattaforma del reddito extra

analisi-tecnica_14Ammettiamolo, con un future sull’indice FTSEMib che dista meno dell’1% (esattamente lo 0,74%) dai suoi massimi dello scorso anno, non è facile dare un titolo come “FTSEMib: dalle stelle alla polvere?”. Non trovate?

Eppure ci si dimentica adesso troppo rapidamente una cosa fondamentale: il mercato non è facile e non bisogna dare nulla per scontato.

Sì, è vero. Adesso il piccolo risparmiatore sta tirando su la testa e pensa di essere bravo e che non debba fare altro che scegliere il fiore più profumato in un giardino colmo solo di fiori bellissimi e dalla dolce fragranza.

Tuttavia, si dimentica che non è lui il proprietario del giardino.

 

Ma andiamo per gradi e vediamo dove ci troviamo e cosa è giusto fare (e non fare) in questa fase.

Ci troviamo, come detto, ad un passo dai massimi del 2022, ossia 28.095 punti e la prima cosa che è giusto fare è non dare per scontato che verrà rotto.

Quindi consiglio numero uno: se proprio si vuole la conferma che i 28.095 punti vengano rotti, si aspetti che si tocchi il prezzo di 28.100.

Tale prezzo è sicuramente significativo perché negherebbe l'ipotesi ribassista di medio periodo che trova espressione nel grafico che segue (Figura 1). analisi-tecnica-ftsemib-20-febbraio-2023-1 Fig 1. Future FTSEMib – Grafico settimanale

 

Cosa sbagliata, anzi sbagliatissima (ma scommetto che molti questo errore lo hanno già fatto da diverso tempo) è mettersi short, quindi vendere allo scoperto (senza avere i titoli in portafoglio) troppo in anticipo; errore che va a braccetto con vendere i titoli in portafoglio troppo presto.

Questo errore è da principianti perché, nonostante chi lo compia abbia a volte tanta esperienza, consiste nel non sapere riconoscere un trend e mettersi “a sfavore” di trend (che probabilità hai di guadagnare se ti butti contro un treno prima che questo si fermi?).

Prima di arrivare a scrivere di cosa è giusto fare vediamo l’ultimo errore che può essere commesso ma in una fase diversa da quella attuale: se e quando il mercato dovesse scendere, ricomprare a prezzi più bassi senza sapere se i titoli siano destinati a risalire o a continuare a scendere.

Questi sono i modi più veloci per perdere consistentemente soldi in borsa.

 

Le cose giuste da fare sono invece queste:

  1. non vendere nessun titolo fino a prova contraria
  2. non mettersi short fino a prova contraria
  3. aspettare la conferma della prova contraria che, per l’indice italiano, arriverebbe rotti i 27.100 punti (in un certo modo) (Figura 2)

analisi-tecnica-ftsemib-20-febbraio-2023-2

Fig 2. Future FTSEMib – Grafico giornaliero

 

Ultima comunicazione importante: molti ci chiedono se, una volta rotti eventualmente i 28.095 punti, alla luce del fatto certo e ineluttabile che vi sarà in un prossimo futuro una volatilità inimmaginabile, sia giusto, a quel punto, mettersi al rialzo.

La risposta è no. Il superamento di 28.005 punti avrà solo una conseguenza certa: scriverò un altro tipo di analisi rispetto a quella scritta sinora ma, dal punto di vista operativo non cambierà niente: non sarà il superamento dei 28.095 punti a farmi comprare perché non sarebbe un punto sicuro di acquisto: troppo alto; non certo un punto di partenza a probabilità >80% o >90% di un nuovo movimento; ma si lascia libero, riprendendo la metafora del principio dell’articolo, chi voglia cogliere il fiore più profumato del giardino, di allungare la mano per farlo.

 

Cosa abbiamo fatto la scorsa settimana?

Abbiamo operato su A2A (short); aveva più del 90% di probabilità di portare un guadagno e così ha fatto e non vediamo l’ora di fare la prossima mossa.

Questa è una fase fantastica di mercato e va sfruttata appieno.

 

La titolarità dell'analisi che qui riportiamo è dell'autore della stessa, e l'editore - che ospita questo commento - non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà. L'autore comunica che la presente esposizione presenta informazioni che potrebbero potenzialmente suggerire implicitamente o esplicitamente una strategia di investimento riguardante uno o più strumenti finanziari e pareri sul valore o il prezzo attuale o futuro di tali strumenti ed è da intendersi come una comunicazione di marketing. In quanto tale non rappresenta una ricerca preparata conformemente ai requisiti giuridici volti a promuovere l'indipendenza di una ricerca in materia di investimento e non è soggetta a nessun divieto che proibisca le negoziazioni da parte degli analisti e dei soggetti rilevanti prima della diffusione della ricerca in materia di investimenti
Tutte le ultime su: analisi tecnica
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.