NAVIGA IL SITO

FTSEMib: la data cruciale

Arrivati ad un punto di possibile svolta del mercato, osserviamo insieme tutte le analisi che possono essere compiute in questa fase e i segnali che vanno attesi al fine di non rimanere isolati dal prossimo movimento dell’indice FTSEMib e dei titoli che lo compongono.

di Fabio Pioli 16 gen 2023 ore 10:43

Di Fabio Pioli, trader professionista, ideatore di Miraclapp, la più grande piattaforma del reddito extra

analisi-tecnica_12Esattamente tre settimane orsono nell’articolo “FTSEMib: vogliamo fare i maghi”, ribadendolo nell’ articolo di due settimane fa ( “FTSEMib: un anno volatile”)  e ancora riaffermandolo nell’ articolo della scorsa settimana (“FTSEMib: una profezia vicina ad avverarsi”) avevamo scritto due cose: la prima, che il mercato italiano non sarebbe sceso prima di 3 settimane dalla data del primo articolo e la seconda, che da tale data, ossia, da lunedì 16 gennaio a venerdì 20 gennaio sarebbe iniziato un importante movimento ribassista.

Ebbene, come avete notato, ci stiamo molto divertendo a fare questo gioco della “profezia” e in più, ciò che davvero e solo importa, stiamo continuando a far guadagnare, ripetutamente e molto, la nostra famiglia, ossia i nostri clienti, con i quali condividiamo un legame di reciproco affetto e stima, una comunanza di visione sul comportamento del mercato e lo scopo congiunto di portare un reddito costante e crescente nel tempo.

Abbiamo infatti chiuso insieme, in guadagno, l’operazione sul titolo azionario (si trattava di ENI) e siamo ancora dentro l’indice italiano FTSEMib, con gli stop che ci preservano la fetta principale del guadagno e un incremento in percentuale in questo momento di oltre il +7% (con un rapporto rendimento rischio però, che è quello che più conta, di oltre il +300%).

Prima di passare all’analisi sul futuro dei prezzi, bisogna però puntualizzare che quello della “profezia” è per l’appunto un gioco e la nostra “famiglia” non ha guadagnato a motivo che ha puntato sull’analisi ma perché ha sfruttato un metodo matematico, quello di cui anche voi dovete dotarvi, se volete battere i mercati. In altre parole, anche se l’ analisi avesse detto l’opposto (e in effetti, se ben vedete, l’analisi non ha detto che il mercato sarebbe salito ma solo che “non sarebbe sceso”), noi, avendo avuto un segnale così chiaro long, avremmo comprato e guadagnato lo stesso.

 

Fatte queste premesse, cosa dice l’analisi adesso? Beh, se vogliamo continuare il gioco, dovrebbe scendere, giusto? In effetti, il principio di analisi tecnica che ci ha condotti fin qui esiste veramente e, come detto, lo svelerò solo  a “cose fatte” ossia quando il mercato effettivamente scenderà o, viceversa, negherà questa analisi.

Può essere però interessante capire adesso cosa dicono gli altri principi di analisi tecnica oltre a questo. Questo dice che si scenderà. Gli altri principi di analisi concordano con questa tesi o discordano? E soprattutto, aspettate di arrivare alla fine dell’articolo perché si vedrà anche cosa dice il metodo di Miraclapp, che servirà al nostro gruppo per capire la verità, ossia se si scenderà o si salirà, con probabilità superiore all’80% o al 90% (a seconda dei vari titoli azionari che compongono il FTSEMib).

 

Pronti? Come sapete, visto che ci seguite numerosissimi, l’analisi tecnica delle onde di Elliott dice (o meglio, direbbe, dato che è la mia interpretazione delle onde) che si sia attualmente in un movimento di rimbalzo, che questo debba finire, e che dopo il termine del rimbalzo si andrebbe a crollare, secondo il ben noto schema 1-2-3-4-5 evidenziato in Figura 1).

Purché non si tocchino i 28.100 punti di future sull’indice.

analisi-tecnica-16-gennaio-2023-1

Fig 1. Future FTSEMib – Grafico settimanale

 

Questo dunque concorderebbe con il primo principio di analisi tecnica.

Giusto? Giusto. Rimarrebbe però qualche incertezza sui tempi perché se onda 2 (quella attuale) fosse scomposta come in Figura 2, allora si andrebbe giù subito.

analisi-tecnica-16-gennaio-2023-2

Fig 2. Future FTSEMib – Grafico settimanale

 

Se viceversa fosse scomposta come in Figura 3 il movimento di discesa sarebbe rimandato, e non di poco.

analisi-tecnica-16-gennaio-2023-3

Fig 3. Future FTSEMib – Grafico settimanale

 

Se poi ci si azzardasse ad individuare una figura di analisi tecnica denominata testa e spalle rovesciato in ciò che è avvenuto tra marzo e dicembre 2022, si andrebbe invece addirittura a intravvedere non un ribasso bensì un rialzo sopra i 28.100 punti (Figura 4).

analisi-tecnica-16-gennaio-2023-4

Fig 4. Future FTSEMib – Grafico settimanale

 

Fatte tutte le ipotesi, come promesso arriviamo alla vera soluzione. Come sappiamo tutti noi la verità non deriva dalla pura e semplicistica analisi tecnica né tanto meno dalle notizie o, ancor peggio, dalle opinioni individuali, ma dalla scienza ossia da un metodo matematico. E’ alla scienza che dobbiamo ogni successo e la regolarità dei nostri guadagni, così come di ogni altra certezza e agio della vita.

Una volta usciti dall’indice, tutti insieme cercheremo quasi esclusivamente segnali in direzione short e, solo ed esclusivamente se tali segnali si verificheranno (con tempi non ancora conosciuti al momento), vi saranno probabilità superiori all’80% o al 90% che tali titoli individualmente o insieme a tutto l’indice (verificandosi anche un segnale sull’ indice FTSEMib nella sua totalità) scenderanno.

 

La titolarità dell'analisi che qui riportiamo è dell'autore della stessa, e l'editore - che ospita questo commento - non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà. L'autore comunica che la presente esposizione presenta informazioni che potrebbero potenzialmente suggerire implicitamente o esplicitamente una strategia di investimento riguardante uno o più strumenti finanziari e pareri sul valore o il prezzo attuale o futuro di tali strumenti ed è da intendersi come una comunicazione di marketing. In quanto tale non rappresenta una ricerca preparata conformemente ai requisiti giuridici volti a promuovere l'indipendenza di una ricerca in materia di investimento e non è soggetta a nessun divieto che proibisca le negoziazioni da parte degli analisti e dei soggetti rilevanti prima della diffusione della ricerca in materia di investimenti.

 

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.