NAVIGA IL SITO

FTSEMib: (ultima?) caccia agli stop

Tantissime volte grossi movimenti di mercato possono lambire gli stop loss. Ma non c’è da preoccuparsi: se sono giusti nessuna forza al mondo li potrà prendere, anche se potrà arrivarci più o meno vicino

di Fabio Pioli 14 ott 2019 ore 11:43

Di Fabio Pioli, trader professionista e fondatore di CFI Consulenza Finanziaria Indipendente (www.cfionline.it)


trading-graficoNulla di nuovo sotto il sole. Sappiamo benissimo di essere noi contro i grandi operatori e ci siamo già trovati tante volte a fare il braccio di ferro con loro: noi che entravamo e loro che provavano a prenderci gli stop.

Nulla di nuovo, ordinaria amministrazione. Avevamo avvertito anche il pubblico di non aprire una posizione short per imitarci. Sarebbe risultato troppo difficile: fare un'operazione non è banale come generalmente si immagina.

Riportiamo dall'articolo della scorsa settimana: 

“Farebbe male a imitare un'operazione di cui non conosce i termini. Non conoscendo i nostri parametri (i quantitativi con cui fare l’ operazione, gli stop-loss giusti al fine che non vengano presi, ad esempio) e le strategie di gestione (cosa vedere per uscire, cosa vedere per restare in posizione, ad esempio) non avrebbe nessun controllo sull’ investimento”.

Tantissime volte grossi movimenti di mercato hanno lambito i nostri stop. Ma non c’è da preoccuparsi: se sono giusti, e l'operazione indica la direzione giusta, nessuna forza al mondo li potrà prendere, anche se potrà arrivarci più o meno vicino.

Quindi qui c’è una lotta, tra rialzo e ribasso. Questa lotta però non inizia qui. Facciamo, come promesso la scorsa settimana, un poco di analisi tecnica.

Se si vuole andare a capire dove inizia qualcosa bisogna tornare alla fine del movimento principale precedente.

Questo risale al minimo assoluto del luglio 2012 ossia a 12.270 punti di future (Figura 1).

analisi-tecnica-ftsemib-14-ottobre-2019

Fig 1. Future FTSEMib – Grafico mensile

 

Se questo è il punto zero, ossia quello da cui è partito tutto, bisogna, in base a Elliott, andare a vedere quali sono stati gli svolgimenti successivi, al fine di capire se si tratta di un rimbalzo o di un rialzo.

Ciò, secondo l'analisi tecnica, è molto importante perché, se si tratta di un rialzo, si dovrà uscire dal laterale al rialzo,  se si tratta di un rimbalzo, si dovrà uscire dal alterale al ribasso.

Secondo la nostra analisi il movimento successivo si è svolto come segue (Figura 2).

analisi-ftsemib-14-ottobre-2019-2

Fig 2. Future FTSEMib – Grafico mensile


Se tutto questo è vero si dovrà inevitabilmente andare sotto i 12.270 punti, prima o poi.

La titolarità dell'analisi che qui riportiamo è dell'autore della stessa, e l'editore - che ospita questo commento - non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà.
L'autore comunica che la presente esposizione presenta informazioni che potrebbero potenzialmente suggerire implicitamente o esplicitamente una strategia di investimento riguardante uno o più strumenti finanziari e pareri sul valore o il prezzo attuale o futuro di tali strumenti ed è da intendersi come una comunicazione di marketing. In quanto tale non rappresenta una ricerca preparata conformemente ai requisiti giuridici volti a promuovere l'indipendenza di una ricerca in materia di investimento e non è soggetta a nessun divieto che proibisca le negoziazioni da parte degli analisti e dei soggetti rilevanti prima della diffusione della ricerca in materia di investimenti.
Tutte le ultime su: analisi tecnica
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.