NAVIGA IL SITO

FTSEMib: lungo laterale, grandi rischi

Qual è il motivo per cui i mercati si comportano sempre allo stesso modo, ossia si producono in laterali molto lunghi prima di partire in direzione? Scopriamolo insieme in questo articolo.

di Fabio Pioli 13 nov 2023 ore 11:56

Di Fabio Pioli, trader professionista, ideatore di Miraclapp, la più grande piattaforma del reddito extra

candlestick-chartAncora una volta lo vogliamo mettere nero su bianco: in questa fase il piccolo risparmiatore sta assumendosi rischi altissimi senza per nulla, per giunta, esserne consapevole.

Perché? Perché, se sei un piccolo risparmiatore, il lunghissimo laterale ti sta ingannando. E senza che tu neanche te ne renda conto.

Il motivo evidente, a livello psicologico, è che tanta lateralità sta allontanando dalla tua mente l’idea della volatilità e quindi del rischio del mercato.

Se sei un piccolo risparmiatore rialzista, infatti, quello che stai percependo tramite la visione del lungo laterale, è che il mercato in fondo è forte; che ogni vola che prova a scendere, alla fine i prezzi risalgono. Molti titoli si trovano infatti vicini ai massimi. Non è vero? Questo è il messaggio che stai ricevendo.

E qual è il rischio che non stai percependo dunque? E’ che non hai una strategia di uscita e potresti trovarti, come al solito, totalmente impreparato rispetto ad una rapida inversione del mercato. Esito? Il solito. Portafogli che si trovano a perdere tra il 30 ed il 70% con la speranza un giorno di recuperare ma senza nessun piano a riguardo.

Il problema però riguarda anche il piccolo risparmiatore ribassista. Se sei uno di questi il laterale ti ha già fatto, sicuramente, o metterti al ribasso (e alcuni sono già senza o con molti meno soldi, per questo motivo: hanno sottostimato il rischio di sbagliare direzione) o ti ha fatto vendere i titoli “buoni” che sono già saliti molto dopo che li hai venduti. Qual è il rischio portato dal laterale, nel tuo caso? Che prima che ti accorgi che il mercato è invece rialzista, hai già perso tutto oppure rimani fuori da quello che hai aspettato per decenni: un mercato fortemente rialzista in cui i titoli (alcuni titoli) decollano. Esito finale: quando te ne accorgerai sarà già troppo tardi e potresti essere quello che prende il cerino all’ultimo minuto. Oltre il danno, la beffa.

 

Cosa dunque è giusto fare, a livello di portafoglio? Lo abbiamo detto ormai da più di un anno: vendere i titoli senza un motivo, NO, non è da farsi; non avere una strategia di uscita (probabilistica), NO, non è da farsi.

Messo in termini positivi, dunque: mantenere i titoli fino a prova contraria. E ogni titolo è dotato di un livello in cui questa prova avviene. Tanto per dare un esempio, un titolo come CNH Industrial, questa prova l’ha data nella seconda metà di marzo 2023. Chi non l’avesse notato già si troverebbe con un perdita tra il 30% ed il 40% e soprattutto, come detto, senza piano B. Perché? Perché il laterale non gli ha fatto pensare ad una strategia di uscita. In fondo il mercato era forte...

Ma, tornando all’indice, dopo aver preso il ribasso e dopo aver chiuso in utile il ribasso, torniamo a pensare al ribasso sotto il livello di monitoraggio di 28.000 punti.

Se i prezzi dovessero mai andare sotto quel livello (e in un certo modo anche, ossia con una certa forma), questo significherebbe ribasso, quantomeno di breve periodo.

Ribasso che, come detto la scorsa settimana, potrebbe assumere la forma di Figura 1

analisi-tecnica-ftsemib-13-novembre-2023-1

Fig 1. Future FTSEMib – Grafico settimanale

 

Cosa ci farebbe pensa al rialzo invece? Anche questo lo abbiamo già detto: giornate consecutive da +3, +4, +5%. In tal caso on entreremmo al rialzo, quantomeno in questa fase, ma penseremmo che il rialzo di lungo periodo sia effettivamente in essere, cosa che, fino a quando quel comportamento non si manifesti, rimane in dubbio.

 

La titolarità dell'analisi che qui riportiamo è dell'autore della stessa, e l'editore - che ospita questo commento - non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà. L'autore comunica che la presente esposizione presenta informazioni che potrebbero potenzialmente suggerire implicitamente o esplicitamente una strategia di investimento riguardante uno o più strumenti finanziari e pareri sul valore o il prezzo attuale o futuro di tali strumenti ed è da intendersi come una comunicazione di marketing. In quanto tale non rappresenta una ricerca preparata conformemente ai requisiti giuridici volti a promuovere l'indipendenza di una ricerca in materia di investimento e non è soggetta a nessun divieto che proibisca le negoziazioni da parte degli analisti e dei soggetti rilevanti prima della diffusione della ricerca in materia di investimenti.

 

Tutte le ultime su: analisi tecnica
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.