NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » FTSEMib: le ultime tessere del puzzle

FTSEMib: le ultime tessere del puzzle

Ci si trova in una di quelle normali fasi di indecisione in cui è vietato sbagliare, perché le implicazioni sarebbero tragiche per i portafogli degli italiani

di Fabio Pioli 10 set 2018 ore 10:30

Di Fabio Pioli, trader professionista, presidente dell’Associazione Italiana Traders e Piccoli Risparmiatori e fondatore di CFI Consulenza Finanziaria Indipendente (www.cfionline.it)

 

Per gli amanti dei giochi da tavolo ecco presentato il puzzle che definisce il grafico dell’indice FTSEMib, e del suo future, in questo momento.

Le tessere già poste sono le seguenti:

dopo essere salito, nonostante quello che pensassero alcuni commentatori, essendo i mercati per forza ciclici, il FTSEMib non poteva non scendere ed è sceso (Figura 1).

 

analisi-tecnica-future-ftsemib-10-settembre-2018-1

Fig 1. Future FTSEMib – Grafico settimanale

 

nella discesa ha fatto esattamente due cose: è disceso in due movimenti ed è arrivato esattamente sugli obiettivi (Figura 2)

 

analisi-tecnica-future-ftsemib-10-settembre-2018-2

Fig 2. Future FTSEMib – Grafico settimanale

 

avendo così fatto lascia aperte due possibilità contrapposte: che il ribasso sia già terminato, ipotesi suffragata, per ora, da un movimento composto di solo 3 fasi, dal raggiungimento degli obiettivi nonché dall’ esistenza di gap alti a 20.960 e 21.595 (Figura 3);

 

analisi-tecnica-future-ftsemib-10-settembre-2018-3

Fig 3. Future FTSEMib – Grafico settimanale

 

che il ribasso sia appena iniziato, ipotesi avvalorata, per adesso, dalla presenza di un gap non ancora chiuso a 19.330 punti, dal fatto che siamo, per ora, in un trend negativo e che sarebbe confermata, forse, dal completamento di una terza onda di ribasso (figura 4).

 

analisi-tecnica-future-ftsemib-10-settembre-2018-4

Fig 4. Future FTSEMib – Grafico settimanale

 

Insomma ci si trova in una di quelle normali fasi di indecisione in cui è vietato sbagliare, perché le implicazioni sarebbero tragiche per i portafogli degli italiani.

Noi sappiamo bene che cosa fare: poiché una delle tessere già poste dice che gli obiettivi sono stati raggiunti, giocoforza non ci metteremo short qui e adesso.

Ciò, naturalmente, non significa che il mercato non crollerà ora e subito, beninteso.

Significa semplicemente che, poiché le probabilità sono sconosciute, scegliamo di non giocare (noi ci rifiutiamo sempre di giocare perché per noi è un lavoro, non è un gioco) e lasciamo libero ognuno di fare quello che vuole, al ribasso o al rialzo o, ancora meglio, stare fermo, congelato.

Torneremo in agguato solo se il mercato dovesse andare a raggiungere e toccare le resistenze, da dove avremmo la rilevazione delle probabilità a nostro favore e la tranquillità psicologica che consegue dal fare sempre la mossa giusta al momento giusto.

 

Strumenti di analisi: analisi onde di Elliot, supporti e resistenze statici, analisi dei gap

La titolarità dell'analisi che qui riportiamo è dell'autore della stessa, e l'editore - che ospita questo commento - non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà.
Tutti gli articoli su: analisi tecnica
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Guida completa al contratto di prestazione occasionale: le novità 2018

Guida completa al contratto di prestazione occasionale: le novità 2018

Con prestazione occasionale si intende una fattispecie di contratto attraverso il quale una parte assume l’altra a svolgere un determinato lavoro per un breve periodo di tempo Continua »

da

ABCRisparmio

Pensioni: Quota 100 spiegata in pochi minuti

Pensioni: Quota 100 spiegata in pochi minuti

Quota 100 è un sistema che consente la possibilità di accedere alla pensione nel momento in cui la somma tra età anagrafica e contributi versati è pari ad almeno 100 Continua »