NAVIGA IL SITO

Analisi tecnica: sull'azionario italiano c'è stato un segnale rialzista

Non devi avere paura di dire che il segnale c’è oggi e c’è tutto. Ma perché se per sapere che c’è stato un breakout hai bisogno di una conferma poi chi ti conferma la conferma della conferma?

di Emilio Tomasini 14 feb 2020 ore 14:54

di Emilio Tomasini - L’Indipendente di Borsa

 

analisi-tecnica-indiceAlla fine devi prendere posizione sul mercato. Non puoi sempre tirati indietro, finiresti per essere come gli altri giornaloni finanziari e non avresti nemmeno un lettore.

La sensazione è spiacevole assai perché tutti noi abbiamo la tendenza, soprattutto ad una certa età, di stare al calduccio mestando l’acqua nel mulino: pochi nemici, nessun onore, un tranquillo tran tran. Ed invece sono questi i momenti in cui bisogna darsi da fare. Nel bene o nel male una direzione la devi prendere. Questo è il tuo mestiere.

Se hai testato il tuo modello sulla rottura dei massimi pluriannuali e hai visto che funziona nel passato non devi avere paura di dire che il segnale c’è oggi e c’è tutto.

 


LEGGI ANCHE - All Share: se la rottura del massimo viene confermata, questo si chiama rialzo


Un mio lettore ha commentato: “le rotture ci sono o non ci sono, se ci sono non hanno bisogno di conferme”. E ha comprato a piene mani. Un po' ha ragione il lettore, le conferme di un breakout comunicano indecisione. Perché se per sapere che c’è stato un breakout hai bisogno di una conferma poi chi ti conferma la conferma della conferma?

Io per il momento non me la sento di comprare a piene mani o di scrivere di comprare a piene mani. Per il momento dico che c’è stato il segnale, poi ogni giorno ha la sua pena dice Matteo nel Vangelo. Al domani penserà il domani.

La barra di giovedì è stata potentemente rialzista: in apertura gli orsi hanno provato a fare scendere il mercato ma gli tori gliele hanno suonate di santa ragione.

E il segnale anche per stasera è confermato.

Molti lettori scrivono che debbono fare: la risposta è una ed una sola… debbono fare come hanno sempre fatto. Ogni azione ha la sua storia ed ogni azione ha il suo movimento. Noi compriamo gli uncini e compriamo le congestioni. Punto. Questo è il nostro modo di operare. Poi operiamo anche di controtrend ma questa è un’altra storia e non riguarda questo editoriale.

Se fai breakout questo è il momento di agire selezionando quelle azioni che faranno meglio del mercato perché se parti dal presupposto che arriveremo a 45.000 allora che ce ne facciamo di azioni che fanno come l’indice? Noi dobbiamo selezionare il meglio. E selezionare il meglio in un mercato che sale è più semplice di selezionare il meglio in un mercato che crolla. Quindi animi sereni e vita tranquilla come sempre. Se anche vedere delle botte all’insù non fatevi prendere dal panico del rimanere fuori, questo è un movimento (se sarà confermato) che durerà anni e quindi date tempo al tempo.

Se vedete anche una barra potentemente rialzista come quella di ACSM che pubblico qui sotto a titolo di esempio non fatevi prendere dalla foga: ogni rialzo è fatto di almeno 3 barre, noi siamo sul mensile e quindi fino a primavera siamo serviti e dobbiamo aspettare il ritracciamento (uncino o congestione) prima di entrare.

 

acsm-mensile-acsm-giornalieri

 

Andiamo con la lista della spesa:

ALERION: oggi volumi al top è in partenza

AVIO: vicino ai massimi storici

BANCA GENERALI: che dire? Siamo sui massimi storici. Se storna è nostra

ENAV: sempre sui massimi

FNM: breakout della congestione stretta

SESA: lo so che è da matti perché ha fatto il 100% nell’ultimo anno ma se ha fatto il +100% potrà fare il +1000%... tanto più che oggi ha fatto un controvalore di 1.164.000 euro. Un titolo interessante

 

sesa-mensile-e-giornaliero

 

Per altre raccomandazioni di borsa: L’Indipendente di Borsa

indipendentediborsa

La titolarità dell'analisi che qui riportiamo è dell'autore della stessa, e l'editore - che ospita questo commento - non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà.
Tutte le ultime su: analisi tecnica
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Cosa è il Durc e a chi serve

Il Durc (Documento Unico di Regolarità Contributiva), serve ad attestare la regolarità dei versamenti dovuti a Inps e Inail

da

ABCRisparmio

Cosa è e a cosa serve l'Isee

Cosa è e a cosa serve l'Isee

L’Isee è una sorta di "carta di identità" economica in base alla quale la pubblica amministrazione valuta se un cittadino ha diritto o meno a determinate prestazioni o agevolazioni Continua »