NAVIGA IL SITO
Home » Guide » Lavoro

Come Redigere Un Hotel Internet Marketing Plan Di Base

Gli hotel che nel 2011 non hanno ancora un buon sito internet o non fanno un corretto marketing in rete, purtroppo in Italia sono molti ma stanno diminuendo. Sempre più persone organizzano i propri viaggi attraverso l' aiuto di internet e gli hotel che non rientrano nel meccanismo della visibilità online, restano inevitabilmente indietro. Ecco alcuni suggerimenti per mettersi al passo con gli altri.

di a_nnita81 25 luglio 2011
Istruzioni
Difficoltà
  1. Se hai un hotel segui questi punti molto sintetici: promuovi le tue offerte, eventi ecc.. negli aggregatori di informazioni di viaggio, alcuni gratuiti altri a pagamento.
    Condividi foto del tuo hotel su siti aggregatori di foto: Flickr, Panoramio, Yalp, Alice, Myspace e video su Vimeo, Youtube, Opentravelnetwork.
  2. Inserisci il sito sulle maggiori guide on-line dedicate alle destinazioni turistiche: Wikitravel, Yelp, Virtualtourist.
    Fai un monitoraggio della tua reputazione online, è fondamentale sapere cosa si dice del tuo hotel nella Rete, dei tuoi servizi, sapere se la gente è stata soddisfatta. Leggi la recensioni e rispondi alle recensioni sia positive che negative. Stimola recensioni di clienti soddisfatti. Serviti di Google Alerts e Yahoo Pipes.

  3. Crea e gestisci un blog e una community e presenta le tue offerte.
    Attiva e gestisci oggi giorno un profilo dell' hotel sui più importanti Social Network, forums, blogs e community. Crea una pagina Facebook e fatti conoscere. I social network sono gratuiti e pieni di potenziali cliendi da addescare.
    Ma ricorda tutto questo richiede molta pazienza e costanza; non puoi pretendere che i risultati arrivino il subito giorno dopo ma sicuramente avrai le tue soddisfazioni se il tuo marketing sarà stato intelligente.
come-redigere-un-hotel-internet-marketing-plan-di-base

Cosa serve

da

ABCRisparmio

Come si effettua il riscatto della laurea

Come si effettua il riscatto della laurea

Il riscatto della laurea consente di considerare validi per la pensione gli anni trascorsi all’università, come se si fosse lavorato anziché studiato Continua »