NAVIGA IL SITO
Home » Guide » Lavoro

Come Calcolare Il Terminal Value

Il terminal Value è quel valore che l'azienda assume al momento della vendita (o un valore finale che, sinteticamente, rappresenti la capacità dell'azienda di generare flussi di cassa oltre una previsione fatta), rappresenta uno dei parametri fondamentali necessari alla stima del valore di un'azienda e può essere calcolato in molti modi diversi. Vediamo come calcolarlo in questa guida.

di danieleopp 15 luglio 2011
Istruzioni
Difficoltà
  1. Nel metodo di valutazione finanziario normalmente assume una notevole rilevanza il calcolo del valore finale o residuo dell'azienda al termine del periodo nel quale si attualizzano i flussi di cassa. Il valore residuo rappresenta, infatti, il valore che avrebbe ancora l'azienda alla fine dell'arco temporale preso in considerazione e va anch'esso attualizzato alla data della valutazione.
  2. In base alla metodologia più seguita, il valore terminale viene stimato con il "Modello della crescita costante del flusso di cassa", che, individuato un flusso di cassa "normale" (ovvero rappresentante un anno standard senza avvenimenti eccezionali), sostenibile in perpetuo, lo attualizza con il Wacc, costo medio ponderato del capitale.
  3. Per avere il Terminal Value quindi, prendiamo il nostro flusso di cassa e trasformiamolo in una rendita perpetua dividendolo per il WACC al netto del tasso di crescita. Infine dividiamolo per un tasso pari a 1 più WACC elevato alla n per attualizzare il valore ottenuto. In questo modo otterremo il valore terminale dell'azienda.
come-calcolare-il-terminal-value

Cosa serve

da

ABCRisparmio

Come si effettua il riscatto della laurea

Come si effettua il riscatto della laurea

Il riscatto della laurea consente di considerare validi per la pensione gli anni trascorsi all’università, come se si fosse lavorato anziché studiato Continua »