NAVIGA IL SITO

T. Rowe Price: perché le azioni aumentano di valore

Dividendi e valore di mercato crescono al crescere degli utili

di Manuela Tagliani 5 gen 2010 ore 14:53
Come si può "identificare" un investitore di successo? È difficile mettere in discussione i successi di lungo periodo, e uno dei primi investitori che ha registrato un successo di lungo periodo è stato T. Rowe Price.

T. Rowe Price, che morì nel 1983, fu il fondatore della T. Rowe Price Associates. Price sviluppò la sua filosofia d'investimento negli anni 30, quando l'approccio prevalente era di entrare e uscire dal mercato seguendone la natura ciclica. Al contrario, Price pensava che gli investitori dovessero comportarsi come i proprietari di aziende di successo, che "non cercavano di vendere l'azienda per poi ricomprarla a seconda della ciclicità o degli alti e bassi del mercato".

La strategia di T. Rowe Price focalizza l'attenzione sulle azioni in crescita. Leggendola, ricordatevi che "i settori in crescita" cambiano nel corso del tempo. I settori in crescita nel momento in cui formulò le sue tesi, infatti, oggi verrebbero probabilmente considerati maturi, e alcune delle regole secondarie di Price probabilmente dovrebbero essere adattate alle circostanze attuali e future.

Price stesso sarebbe stato il primo a farlo: "il cambiamento è l'unica certezza dell'investitore" affermò nel 1937, un'affermazione che continuò a ripetere per tutta la vita, immutata.

Perché le azioni aumentano di valore - T. Rowe Price cercava essenzialmente azioni tra tutte quelle presenti a listino, non restringendo la sua selezione a sottogruppi di azioni. La strategia era basata sull'assunto che, nel corso del tempo, sia i dividendi sia il valore di mercato crescano al crescere degli utili.

La ricerca di azioni in crescita era basata sulla teoria dei cicli di vita delle aziende, secondo la quale le aziende hanno un periodo di crescita, maturità e declino. La più grande possibilità di guadagno e minor rischio si presenta quando il trend degli utili di lungo periodo in un'azienda è positivo. E il miglior momento per investire in un'azienda è quando è piccola, prima che le azioni "guadagnino in prestigio" e vengano vendute ad alti rapporti prezzo/utile.

Nel momento in cui sviluppò questa teoria, molti investitori preferivano titoli ad alti dividendi per avere un rendimento sicuro grazie a quelli. Tuttavia, Price riteneva che queste azioni mostrassero meno garanzie di guadagni e aumenti di dividendi, e che quindi nel lungo periodo la crescita reale potesse essere minacciata dall'inflazione. È interessante notare che Price riconoscesse il pericolo dell'inflazione negli anni '30, nonostante l'esperienza appena passata della Grande Depressione, un periodo invece di deflazione.


Manuela Tagliani
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Chi e per cosa si può utilizzare NoiPA

NoiPA è la piattaforma digitale per la gestione del personale e degli stipendi del settore pubblico.

da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »