NAVIGA IL SITO

Ralph Wanger e la forza finanziaria delle aziende

Evitare quelle marginali, poco finanziate, anche fossero grandi

di Manuela Tagliani
Ralph Wanger evita le aziende marginali, poco finanziate, qualsiasi sia la loro dimensione. Al contrario cerca aziende che saranno in grado, secondo lui, di sostenere la propria crescita nel lungo periodo.

Per questo ritiene fondamentale la forza finanziaria. Wanger cerca aziende con:
  1. un basso indebitamento;
  2. un capitale circolante adeguato;
  3. pratiche di bilancio prudenti.

La forza finanziaria tende a essere una caratteristica delle aziende consolidate, il che giustifica anche il fatto che Wanger non compri titoli di aziende oggetto di scalate, start-up e ipo.

Il luogo dove andare a cercare le indicazioni di acquisto è il bilancio societario. Un uso prudenziale del debito permette alle aziende di espandere e aumentare i rendimenti per gli azionisti. Tuttavia il bilancio dovrebbe essere esaminato per vedere se l'azienda è troppo indebitata o se il debito sta aumentando raggiungendo livelli pericolosi. 

Un livello di debito appropriato varia da settore a settore, quindi è meglio fare una selezione rispetto al settore di appartenenza. Per esempio, le utilities possono avere livelli di indebitamento più elevati rispetto a società cicliche.

La nostra selezione esclude le aziende che hanno livelli più alti di indebitamento/attività totali rispetto alla mediana di settore. Il rapporto delle passività totali rispetto alle attività totali è un parametro più completo rispetto al semplice debito di lungo periodo rispetto al patrimonio.

Una seconda selezione dovrebbe comprendere l'esame del bilancio per paragonare i livelli di passività nel corso del tempo, studiare il rapporto tra le scorte e i crediti presso i clienti rispetto al fatturato, e la nota integrativa per studiare le dimensioni delle passività per pensioni ecc. un aumento nelle scorte, come percentuale del rapporto fatturato-scorte, che sia più veloce del fatturato, potrebbe indicare uno spostamento nelle abitudini di acquisto dei clienti rispetto ai prodotti della concorrenza.

Il capitale circolante è di solito calcolato come le attività correnti meno le passività correnti. Posto che 1 è il benchmark, un livello superiore a uno indica che le attività correnti sono superiori alle passività correnti.

Inoltre è necessario osservare la qualità degli utili, quindi la selezione deve guardare l'andamento del flusso di cassa operativo negli ultimi 12 mesi e in ognuno degli ultimi tre anni fiscali. La liquidità dalle operazioni è la somma del reddito netto, degli ammortamenti e della variazione dei debiti commerciali a breve, meno la variazione dei crediti commerciali a breve.

Gli utili possono essere influenzati da molte presupposizioni del management presenti nei libri contabili. Il flusso di cassa è meno influenzato da queste ipotesi variabili, rendendo più facile il paragone tra diverse aziende. Il flusso di cassa ha l'indubbio vantaggio di essere un parametro paragonabile anche a livello settoriale e internazionale.


Manuela Tagliani
manuela.tagliani@gmail.com


Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »