NAVIGA IL SITO

Quello che avrei voluto sapere prima di cominciare

Si impara dall’esperienza, e spesso per imparare bisogna sbagliare. Ma a volte l’esperienza degli altri può essere utile. Ecco cosa avrebbero voluto sapere tre analisti americani prima di cominciare a investire

di Marco Delugan 4 apr 2016 ore 16:42

Spesso i principianti fanno errori, è normale. Ma non è obbligatorio. Per evitare di sbagliare troppo a volte basta ascoltare chi di errori ne ha già fatti. Di seguito trovate quello che tre analisti di The Motley Fool avrebbero voluto sapere prima di cominciare a investire.

Tenete presente tre cose: sono americani, e i mercati azionari Usa crescono davvero sempre nel lungo periodo; credono nell’investimento buy and hold, cioè nell’acquistare dopo molte riflessioni sull’azienda e sulle sue prospettive, tenendo il titolo finché il quadro di business non cambia in maniera significativa; hanno come punto inamovibile di riferimento l’equazione dell’interesse composto, e a quella sempre si riferiscono.

LEGGI ANCHE: Come ha fatto Warren Buffett a diventare così ricco

Dan Caplinger - Evitare strumenti troppo costosi

Avrei voluto sapere da subito che non è necessario scegliere metodi costosi. Ho cominciato con un fondo i cui costi di gestione si mangiavano fino al 5/10% dei soldi che vi investivo, un metodo che mi ha condotto in una situazione finanziaria da cui è stato molto difficile uscire. Anche se quando ho cominciato non c’era ancora Internet, che ha contribuito molto a ridurre le spese di intermediazione, avrei potuto trovare opzioni meno costose.

L’unico aspetto positivo di questa esperienza è che ha contribuito a farmi scegliere un approccio di lungo periodo. E anche se la riduzione delle commissioni di intermediazione permette di operare con una certa frequenza senza appesantire troppo i costi complessivi del trading, credo di avere ancora ottime ragioni per mantenere questo stile di investimento. 

Jason Hall - Cominciare presto

figli-investireLa cosa che davvero avrei voluto sapere prima di cominciare è che investire presto anche piccole somme di denaro è molto più produttivo che investirne di più grandi dopo.

La crescita media dei mercati azionari Usa è stata del 10% l’anno. Ci sono anni migliori e anni peggiori, ma la media è quella. E il 10% ogni anno per molti anni può essere davvero tanto. Se decido di investire 5mila dollari in un fondo passivo che replica lo S&P 500, ad esempio, al 10% l’anno il capitale si raddoppia in otto anni.

Quindi, se avete 25 anni, ma anche di più, se ne avete davanti abbastanza per seguire questo approccio, allora vi conviene avvantaggiarvi del tempo a disposizione e cominciare a investire prima possibile.

Selena Maranjian - Meglio essere pazienti

Avrei voluto essere più paziente. Quando ho cominciato a investire non sapevo quanto poco sapessi di mercati finanziari. Ho fatto molti errori, come saltare in continuazione da un titolo all’altro. Avevo pochi soldi e ogni volta che leggevo di titoli più promettenti rispetto a quelli che avevo in portafoglio vendevo tutto per acquistarli.

Col tempo ho capito che non era un buon modo di agire. E una delle cose che mi ha fatto più piacere imparare è che sapendoci fare si può investire con minore frequenza, magari scoprendo tante piccole aziende pronte a crescere e a farci guadagnare.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Chi e per cosa si può utilizzare NoiPA

NoiPA è la piattaforma digitale per la gestione del personale e degli stipendi del settore pubblico.

da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »