NAVIGA IL SITO

I fondi pensione: cosa sono e come lavorano

I fondi pensione si distinguono dai fondi comuni in quanto garantiscono a chi fa i versamenti un trattamento vitalizio, ovvero una serie di versamenti a partire dal raggiungimento di una certa età

di Valter Buffo 31 ott 2019 ore 11:53

fondi-pensioneAbbiamo preso in esame, nelle precedenti due guide di questo capitolo dedicato agli investitori istituzionali, i fondi comuni e gli ETF (La buy side: fondi attivi contro passivi): in questa guida ci dedichiamo invece ai fondi pensione, che sono un tipo di investitore istituzionale che ha una grandissima importanza nei paesi anglosassoni, mentre sono meno diffusi in altri paesi.

In Italia, ad esempio, la raccolta pensionistica e così come le relative erogazioni sono affidate, nella loro maggior parte ad enti pubblici (INPS), e la diffusione dei fondi pensione è recente e fino ad oggi limitata nelle dimensioni della raccolta.

I fondi pensione si distinguono dai fondi comuni in quanto garantiscono a chi fa i versamenti un trattamento vitalizio, ovvero una serie di versamenti a partire dal raggiungimento di una certa età che poi proseguono per l’intera vita del sottoscrittore. Per ciò che riguarda invece la gestione dei fondi raccolti, l’attività dei foodi pensione non è nella sostanza diversa da quella dei gestori dei fondi comuni: viene definito un benchmark, in termini di classi di attività (azioni, titoli di stato, obbligazioni corporate, eccetera) al quale il gestore deve attenersi con limitate possibilità di scostamento. Nella maggior parte dei paesi, i fondi pensione beneficiano di un trattamento fiscale più favorevole, rispetto ai fondi comuni, un beneficio al quale si contrappone una penalizzazione nel caso di un eventuale riscatto anticipato.

Come abbiamo già detto, ad oggi il ruolo dei fondi pensione è di particolare importanza nei paesi anglosassoni, ed in particolare negli Stati Uniti: il 60% del totale globale degli attivi dei fondi pensione si concentra negli Stati Uniti dove sono presenti sia fondi pensione di enti privati, sia fondi pensione di enti pubblici.

Pension funds were first established in the United States in 1759 to benefit the widows and children of church ministers. It was not until 1875 that the American Express Company established the first corporate pension fund. By 1940, only 400 pension funds were in existence, mainly for employees in the railroad, banking, and public utilities industries. Since then, the industry has boomed, so that currently over 700,000 pension funds now exist. In 2010, U.S. households had 36 percent of their financial assets invested in pension funds, compared to just over 5 percent in 1950. In 2010, total financial assets invested in pension funds were $12,261.9 billion: $8,108.5 billion in private funds (including life insurance companies), $2,817.8 billion in state and local government funds, and $1,335.6 billion in federal government funds. Growth of private funds was particularly significant in the 1990s as the long-term viability of the major public pension fund, Social Security, came into question.

La principale distinzione che interessa i fondi pensione è tra fondi “a contribuzione definita” e fondi “a prestazione definita”: il grafico qui sotto vi racconta come sono distribuite le somme raccolte dai fondi pensione nelle due categorie appena citate. Nel caso della prestazione definita, il fondo pensione si impegna a favore del sottoscrittore per un importo predefinito del vitalizio di cui si diceva più in alto; l’importo è generalmente basato su una formula che tiene conto di fattori quali la retribuzione oppure gli anni di contribuzione.

Le tre formule più diffuse sono tre, e fanno riferimento a:

  1. la media delle retribuzioni nella vita lavorativa
  2. l’ultima retribuzione percepita
  3. un importo fisso predeterminato all’atto della sottoscrizione del piano pensionistico

Invece, nel caso della contribuzione definita, il sottoscrittore si impegna ad un versamento prefissato, mentre per ciò che riguarda la prestazione ci si affida all’andamento ed ai risultati generati dagli investimenti effettuati dai fondi pensione, e qui va detto che la storia recente ci dice che le oscillazioni dei mercati finanziari possono determinare forti oscillazioni anche nei valori dei fondi pensione.

The financial crisis of 2008–2009 produced significant losses to pension funds, forcing many soon-to-be retirees to adjust their retirement plans or scrap them altogether. The plunge in stock prices decreased the value of worldwide pension assets from $25 trillion to $20 trillion. U.S. pension plans, which account for 61 percent of global pension assets, were especially hard hit—U.S. retirement account values fell by over $2 trillion. For individuals, lost retirement funds were especially painful—especially for consumers, who watched the value of their homes plummet, and for others who saw one or more persons in the household lose their jobs. These losses forced American workers to postpone retirement plans, work longer than they planned, take second jobs, downsize the lifestyles they had enjoyed for decades, or even all of the above.

pension-fund-asset

 

Corso di finanza e mercati, indice e piano dell'opera

 

A cura di recce-d.com

recced-logo_1

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

ABCRisparmio

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

La lotteria degli scontrini è una delle manovre che secondo l’attuale esecutivo dovrebbe favorire il riemergere di una certa parte di sommerso. Vediamo cos’è e come funziona Continua »