NAVIGA IL SITO

Trading system: come creare un portafoglio

Investireste tutto il vostro capitale in un unico titolo? Anche per il trading algoritmico una regola fondamentale è la diversificazione delle strategie. In questa guida vedremo come creare un portafoglio di trading system, come bilanciarlo e come gestirlo

di Redazione Soldionline 16 apr 2018 ore 11:25

A cura di Mirko Scaffardi

 

Questi contributi fanno parte di una serie di guide sui trading system e sul trading algoritmico, pubblicate settimanalmente ogni martedì. Qui la puntate precedenti:

 

TRADING SYSTEM, COME CREARE UN PORTAFOGLIO

Investireste tutto il vostro capitale in un unico titolo? Anche per il trading algoritmico una regola fondamentale è la diversificazione delle strategie. In questa guida vedremo come creare un portafoglio di trading system, come bilanciarlo e come gestirlo.

Tutti partono dal rendimento per scegliere una attività su cui investire, mentre ho più volte detto e ripetuto che il rendimento è sempre e solo una conseguenza di una attività che deve essere fatta precedentemente.

 

TRADING SYSTEM, DIFERSIFICAZIONE

Qualsiasi gestore competente cercherà di gestire il vostro patrimonio diversificando gli investimenti, ovviamente sulla base del vostro coefficiente di rischio e sulla diversificazione del vostro patrimonio in diversi prodotti con caratteristiche e composizioni differenti l’uno dall’altro.

Nella composizione di un portafoglio titoli possono emergere le seguenti criticità da evitare:

L’eccessiva diversificazione ad esempio non sempre porta ad un buon risultato, infatti utilizzando i molteplici strumenti del risparmio gestito pensando di fare bene, si può incorrere nel rischio di acquistare molti fondi alcuni dei quali  risultano essere nella loro composizione sostanzialmente identici.

 

Attenzione anche ad eventuali portafogli che investono in fondi di fondi. Questi non sono altro che recipienti in cui all’interno non sono contenuti titoli, ma altri fondi; causando un eccessivo costo commissionale e/o di gestione.

 

Anche per chi decide di diversificare parte del proprio portafoglio in prodotti derivati piuttosto che Future, CFD oppure investire personalmente in azioni e bene che osservi sempre la regola della diversificazione.

Un esempio potrebbe essere così composto:

  •     Strategia che lavora su un indice Europeo (es Future DAX)
  •     Strategia che lavora su un indice Europeo meno volatile rispetto al primo (es Future CAC40)
  •     Strategia che lavora sull’andamento dell’ EUR/USD


Nel ROBOT Trading oltre che avere strategie automatiche che lavorano su sottostanti differenti, è molto importante che le strategie siano tra loro concettualmente diverse, con time differenti e con “posizion size”  (numero di contratti o capitale con cui si opera) bilanciato a seconda del rischio di ogni trading system.

Anche  nel trading automatico  è importante la gestione dell’asset allocation. L’asset allocation è fondamentale nella gestione del proprio portafoglio, lo è per la semplice ragione che, oltre a definire il profilo rischio rendimento del portafoglio, influenza la variabilità della performance del proprio portafoglio.

 

TRADING SYSTEM, AZIONI, FUTURE O COMMODITY?

Sinceramente  sulla base della mia esperienza prediligo strumenti finanziari che comprendano un paniere.

Mi spiego meglio: un indice/Future rappresenta molto meglio l’insieme dell’andamento generale di quel mercato o di quel paese  perché ovviamente ne rappresenta la media dei titoli nonché il paniere stesso.

Ad esempio l’indice DAX tedesco piuttosto che il FIB italiano rappresentando un paniere di azioni di aziende quotate tra cui banche, assicurazioni, industrie meccaniche, abbigliamento e altro. Pertanto sono già la composizione di un portafoglio di titoli diversificato per sua natura.

Acquistando un solo titolo azionario invece si investe solo su quella specifica azienda o settore. Tenete sempre in considerazione che un economia di un paese purché globalizzata è composta da diversi settori che possono performare diversamente in un periodo  di tempo prestabilito.

In ottica di diversificazione è opportuno tenere in considerazione anche delle "commodity" ovvero delle materie prima come caffè, zucchero, frumento, mais, soia che utilizziamo quotidianamente e che sono indispensabili per la nostra sussistenza.

Altre materie prime come rame, argento, benzina, gas naturale sono di fondamentale importanza per le attività produttive delle nostre aziende ma anche della nostra vita quotidiana.

Molte persone non sanno che possono essere strumenti finanziari, ovvero degli “asset” su cui investire i propri capitali come facciamo abitualmente su azioni, fondi o indici.

Inoltre oltre a rappresentare il mercato più antico del modo alcune di esse come ad esempio i cereali e la soia sono soggetti a delle tendenze stagionali, pertanto il loro mercato si presta a delle oscillazioni particolari in specifici mesi dell’anno, offrendo cosi, delle importanti opportunità oggettive in merito al trading automatico.

Avremo modo di approfondire  questo tema molto interessante nei prossimi mesi.

 

 

Chi è l'autore, Mirko Scaffardi (https://scaffardi.blog/):

Vincitore della TRADER'S CUP 2016 nella categoria ALGOTRADER, ha sviluppato diversi trading system automatici. Collabora con la rivista TRADER'S.

logo-scaffardi

La titolarità dell'analisi che qui riportiamo è dell'autore della stessa, e l'editore - che ospita questo commento - non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà.
Tutte le ultime su: analisi tecnica
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Cosa è il Durc e a chi serve

Il Durc (Documento Unico di Regolarità Contributiva), serve ad attestare la regolarità dei versamenti dovuti a Inps e Inail

da

ABCRisparmio

Cosa sono (e quali sono) le categorie catastali

Cosa sono (e quali sono) le categorie catastali

Le categorie catastali sono una classificazione degli immobili urbani che indica la destinazione d'uso degli immobili stessi. Ecco cosa e quali sono. E a cosa servono Continua »