NAVIGA IL SITO

Introduzione al money management

di Gianrocco Mecca 27 dic 2010 ore 14:30
La stragrande maggioranza dei trader ritiene che la discriminante del successo nell’attività di trading sia costituita dalla capacità di individuare e definire una valida strategia di ingresso/uscita dai titoli. Di conseguenza destina molto tempo allo studio delle principali tecniche fino a trovare quella che risponde al meglio alla propria concezione dei mercati e delle variabili che influenzano con maggior incidenza le relative oscillazioni.

Ma il mercato si muove in modo standardizzato?  Purtroppo no, i mercati non sono perfetti e i falsi segnali abbondano. Il rischio è tra le principali peculiarità del trading. “In finanza non ci sono pasti gratis” si usa dire nel gergo.

Lo studio delle tecniche di entrata non completano una strategia di trading. Accanto a queste, è fondamentale definire le modalità di gestione delle operazioni e del capitale disponibile. Stiamo parlando del money management, cioè dell’insieme di regole atte a predefinire le modalità di impiego della liquidità. Per chiarire il concetto procediamo con un’esemplificazione.

Supponiamo di destinare al trading un capitale di € 50.000,00.  Di seguito un set di regole di una possibile strategia di money management:

-    Per ogni operazione è possibile impiegare al massimo il 10% del capitale disponibile;
-    Non è possibile effettuare contemporaneamente oltre 3 operazioni;
-    La perdita massima accettabile per ciascuna operazione è del 5%;
-    Le operazioni verranno chiuse automaticamente in profitto se il gain supera il 10%;

Si tratta pertanto, di regole molto semplici che alla lunga porteranno benefici ai rendimenti di un trader. Questo è stato dimostrato in recenti studi. La peculiarità di una ben definita strategia di money management è quella di consentire al trader di conseguire un saldo positivo anche nel caso in cui il numero di operazioni chiuse in gain dovesse risultare inferiore rispetto a  quelle chiuse in loss. Di contro, chi non segue valide strategie di gestione della liquidità tende a registrare saldi di gestione negativi anche in presenza di un numero di operazioni chiuse in guadagno superi a quelle chiuse in perdita. Questo deriva da comportamenti erratici come mediare di continuo posizioni in perdita, o lasciar correre perdite per molto tempo.


Per saperne di più:

Money Management per investitori di lungo periodo

Money management per scalper

Il Money Management nei trading system

Stop-loss e Take-Profit


Gianrocco Mecca
http://www.finanzaeinvestimenti.it/

Per info e chiarimenti: talk97@libero.it


Tutte le ultime su: money management , analisi tecnica
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »