NAVIGA IL SITO

Il grafico Kagi

Il grafico Kagi si presenta come una serie di linee, e non più come una serie di box come nel Renko

di Egidio Mariella

GRAFICO KAGI: COME SI COSTRUISCE
Il grafico Kagi si basa, in parte, su caratteristiche già viste per il grafico Renko. Vediamo le principali.

Come si può vedere dall’immagine, il grafico Kagi si presenta come una linea, e non più come una serie di box. La linea di riferimento subisce variazioni di colore ( e a volte anche di spessore) in relazione alle dinamiche dei prezzi.

1_95



Anche in questo caso, infatti, per la costruzione del grafico si dovrà preventivamente stabilire una variazione percentuale di riferimento (k). Qualora i prezzi segnino una variazione percentuale almeno pari a k nella stessa direzione dell’ultimo movimento, allora la linea si estende verticalmente fino al nuovo prezzo di chiusura. Viceversa, qualora i prezzi si muovano nella direzione opposta per una percentuale almeno pari a k, allora verrà disegnata una nuova linea fino al nuovo prezzo di chiusura, accompagnata da un leggero spostamento orizzontale. Tale linea orizzontale viene solitamente definita inflection line. Il cambiamento di colore (e/o di spessore) della linea è dovuto al superamento della precedente inflection line.

E’ chiaro, quindi, che anche questa tipologia di rappresentazione grafica prescinde dal fattore tempo. Questo è probabilmente uno svantaggio piuttosto rilevante, in quanto l’analisi grafica trova uno dei suoi fondamenti proprio nello sviluppo temporale dei trend e delle figure. Un secondo svantaggio è sicuramente quello di generare un grafico “poco leggibile”, rendendo di difficile identificazione anche le figure più evidenti.

LEGGI ANCHE: Grafico Kagi, come costruirne uno

GRAFICO KAGI: VANTAGGI E SVANTAGGI
Un chiaro vantaggio è invece quello di poter facilmente individuare un movimento rialzista o un movimento ribassista, eliminando tutto quello che viene definito come “rumore”, il quale porta spesso a falsi segnali e, quindi, ad operazioni in perdita.

Una lunga sequenza di linee spesse seguita da una nuova linea sottile determina un segnale ribassista
; una lunga sequenza di linee sottili seguita da una nuova linea spessa determina invece un segnale rialzista. Il grafico kagi può quindi risultare come un vero e proprio trading system, seppur con i limiti e i difetti dei sistemi trend-follower.


Altri articoli sui Grafici di Analisi Tecnica:

Come si costruisce un grafico

Scala lineare e scala logaritmica

Come costruire un grafico lineare

Come costruire un grafico a barre

Il grafico a candele

Il grafico a candele: un approfondimento

Il grafico punto e figura

Il grafico Equivolume

Il grafico Candlevolume

Il grafico Renko

Il grafico Three Line Break

I grafici in Analisi Tecnica

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

ABCRisparmio

Come si effettua il riscatto della laurea

Come si effettua il riscatto della laurea

Il riscatto della laurea consente di considerare validi per la pensione gli anni trascorsi all’università, come se si fosse lavorato anziché studiato Continua »