NAVIGA IL SITO

I grafici in Analisi Tecnica

di Redazione Soldionline
Gli strumenti più utilizzati in Analisi Tecnica sono i Grafici. Dai più semplici ai più complessi, dai più intuitivi ai più strani, sono le rappresentazioni visuali a farla da padrone. L’obbiettivo di fondo dell’utilizzo di questi strumenti è quello di rendere visibile la tendenza del mercato.

Questione fondamentale, quindi, è che il grafico rappresenti quello che davvero conta per capirlo, il trend. E la cosa non è così facile da realizzare. Perché la semplicità, a volte, vuol dire povertà di informazioni e la ricchezza di informazioni, spesso, vuol dire complessità. Come, ad esempio, nel caso grafico lineare, che è di lettura immediata, anche per un neofita, ma povero di informazioni, mentre un grafico a barre, dall’apparenza difficile, è molto più ricco di informazioni utili. E la sfida sembra essere proprio quella, unire ricchezza di informazioni e immediatezza visuale. Con il rischio di perderci la testa, e i soldi, per il desiderio di “farla troppo breve”, di volere troppo, e subito. Di informazioni, e di certezze, in questo caso.

Come si costruisce un grafico


La costruzione e l’interpretazione del grafico rappresenta l’elemento centrale che supporta le decisioni di investimento per chi segue l’approccio dell’analisi tecnica.
Vai a Come si costruisce un grafico

Scala lineare e scala logaritmica


L’elemento base dell’analisi tecnica è il grafico e la scelta della scala di misura rappresenta uno dei caratteristi distintivi di un analista tecnico.
Vai a Scala lineare e scala logaritmica

Come costruire un grafico lineare


La costruzione di un grafico lineare risulta abbastanza intuitiva, visto che è sufficiente unire con una linea continua i prezzi di chiusura di ogni singola giornata.
Vai a Come costruire un grafico lineare

Come costruire un grafico a barre


Il grafico a barre è quello utilizzato in prevalenza dall’analista tecnico. Questa tipologia di grafici contiene informazioni ulteriori rispetto a quelle fornite dai grafici lineari.
Vai a Come costruire un grafico a barre

Grafico a candele


Caratteristica fondamentale del grafico a candele è quella di analizzare il prezzo di apertura, massimo, minimo e la chiusura per ogni seduta borsistica.
Vai a Il grafico a candele

Il grafico a candele: un approfondimento


I grafici a candele presentano diversi vantaggi, per questo sono tra i più utilizzati in analisi tecnica e meritano un approfondimento ulteriore.
Vai a Il grafico a candele: un approfondimento

Grafico punto e figura


In analisi tecnica, il grafico Punto e Figura rappresenta l’andamento del prezzo di un titolo finanziario utilizzando solo il prezzo e non il tempo.
Vai a Il grafico punto e figura

Il grafico Equivolume


In analisi tecnica il Grafico Equivolume, è la rappresentazione dell’andamento del prezzo di un’attività finanziaria, che vuole enfatizzare la relazione tra prezzi e volumi.
Vai a Il grafico Equivolume

Grafico Candlevolume


Utilizzato in analisi tecnica, il Candlevolumeè è un grafico a candele al quale viene aggiunto un ulteriore elemento informativo rispetto ai 4 già presenti, e cioè i volumi.
Vai a Il grafico Candlevolume

Grafici Renko


L’elemento fondamentale dei grafici Renko è un box rettangolare, la cui dimensione rimane costante; ogni box viene aggiunto quando lo strumento in esame realizza una variazione almeno pari a quella stabilita inizialmente.
Vai a I grafici Renko

Grafico Kagi


Si basa, in parte, su caratteristiche già viste per il grafico Renko. Ma, come si può vedere dall’immagine, a differenza del Renko, il Kagi si presenta come una linea e non più come una serie di box.
Vai a Il grafico Kagi

Grafico Three Line Break


Prende in considerazione unicamente le chiusure dello strumento di riferimento, trascurando gli altri elementi come il massimo e il minimo). Si tratta di un grafico formato dai cosiddetti “box”.
Vai a Il grafico Three Line Break

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Reddito di residenza attiva: 700 euro al mese per trasferirsi in Molise

Reddito di residenza attiva: 700 euro al mese per trasferirsi in Molise

Ma bisogna anche viverci davvero e soprattutto avviare una attività economica. In questa guida ecco come funzionerà il cosiddetto "Reddito di residenza attiva" Continua »

da

ABCRisparmio

Cuneo fiscale: cos’è e perché tagliarlo

Cuneo fiscale: cos’è e perché tagliarlo

Ne sentiremo parlare nei prossimi mesi. Perché la riforma del cuneo fiscale fa parte del programma del nuovo governo. Vediamo cos'è il cuneo fiscale e perché tagliarlo Continua »