NAVIGA IL SITO

Come costruire un grafico lineare

di Pietro Paciello

Costruire un grafico "lineare" per rappresentare l'andamento dei prezzi di un’attività finanziaria è molto semplice. La costruzione di un grafico di questo tipo risulta abbastanza intuitiva, visto che è sufficiente unire con una linea continua i prezzi di chiusura di ogni singola giornata.

grafico-lineare-bis

I limiti del grafico lineare


Un grafico lineare tuttavia contiene informazioni ridotte, infatti, prende in considerazione soltanto il prezzo finale, non considerando i massimi e i minimi relativi a ciascuna chiusura.

Il grafico lineare presenta evidenti limiti, in particolare, si perdono " almeno" due informazioni molto importanti:

1.    "l’escursione giornaliera", visto che la differenza fra massimo e minimo segnati da un titolo durante una seduta ci fornisce importanti indicazioni sulla volatilità di un titolo;

2.    la direzionalità" del titolo stesso, dal momento che solo rappresentando graficamente sia il prezzo della chiusura che quello dell'apertura potremo avere una "immediata" percezione dell'andamento del titolo durante la seduta.

In conclusione, il grafico lineare è utilizzato quasi esclusivamente da chi intende dare particolare rilievo al solo prezzo di chiusura, e risulta quindi particolarmente indicato per rappresentare l'andamento grafico di prodotti che sono rilevabili solo attraverso un unico valore (la chiusura) come ad esempio i Fondi Comuni d’Investimento.


Altri articoli sui Grafici di Analisi Tecnica:

Come si costruisce un grafico

Scala lineare e scala logaritmica

Come costruire un grafico a barre

Il grafico a candele

Il grafico a candele: un approfondimento

Il grafico punto e figura

Il grafico Equivolume

Il grafico Candlevolume

Fare a meno del tempo: i grafici Renko

Il grafico Kagi

Il grafico Three Line Break

I grafici in Analisi Tecnica


Pietro Paciello
ppacie@tin.it

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Reddito di residenza attiva: 700 euro al mese per trasferirsi in Molise

Reddito di residenza attiva: 700 euro al mese per trasferirsi in Molise

Ma bisogna anche viverci davvero e soprattutto avviare una attività economica. In questa guida ecco come funzionerà il cosiddetto "Reddito di residenza attiva" Continua »

da

ABCRisparmio

Cuneo fiscale: cos’è e perché tagliarlo

Cuneo fiscale: cos’è e perché tagliarlo

Ne sentiremo parlare nei prossimi mesi. Perché la riforma del cuneo fiscale fa parte del programma del nuovo governo. Vediamo cos'è il cuneo fiscale e perché tagliarlo Continua »