NAVIGA IL SITO

Una precisazione su Snia

Il lavoro del commissario straordinario di Snia ha come obiettivo soprattutto di proteggere il più possibile i posti di lavoro e di ricavare liquidità

di Lucio Sgarabotto 26 mag 2011 ore 10:25
Domanda

Egregio Dottore buongiorno!
Mi rivolgo a Lei come esperto in materia riguardo alle azioni Snia. Qualche settimana fa ho visto, sul sito SoldiOnline.it, la notizia secondo la quale il gruppo Snia è stato acquistato dalla bolognese Bertolini.
Come piccolo azionista Snia, gradirei sapere quali alternative, ed eventuali provvedimenti, possono esserci per gli ex azionisti Snia.
La  saluto cordialmente e La ringrazio anticipatamente per il suo cortese interessamento.

Risposta

Dev’essere chiaro che il Gruppo Bertolini e famiglia Todisco riuniti nella Caffaro Finanziaria non hanno acquistato la Snia, ma solo gli stabilimenti di Tor Viscosa e di Brescia. Il lavoro del commissario straordinario di Snia ha come obiettivo soprattutto di proteggere il più possibile i posti di lavoro e di ricavare liquidità per salvaguardare almeno in parte i creditori. Vista la grosse mole di debito è quasi certo che per gli azionisti non rimarrà nulla.

So che sono in corso delle iniziative provenienti da alcuni forum perché i piccoli azionisti non siano esclusi dalle possibilità di recupero.
Provi ad aggregarsi a qualche gruppo, anche se le possibilità di ottenere qualche euro dall’insolvenza di Snia sono ridotte al lumicino.

Cordialmente

Lucio Sgarabotto (www.lsadvisor.it)
lucio.sgarabotto@gmail.com

Consulente finanziario indipendente fee only
Consulenza a Privati, Aziende, Pubblica Amministrazione
Associato Nafop (Associazione nazionale dei consulenti finanziari indipendenti fee only)
Tutte le ultime su: snia
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.