NAVIGA IL SITO

Tagliare i tassi aiuta i governi in carica

La politica dei tassi di interesse bassi ha in primo luogo fatto comodo ai governi impegnati in politiche di espansione del debito pubblico, quindi quasi tutti i governi del mondo

di Valter Buffo 18 lug 2019 ore 09:55

Commento giornaliero di recce-d.com

 

simbolo-percentualeAnche oggi, Recce’d rimane sul tema dei tagli dei tassi ufficiali di interesse informando i lettori del fatto che quando leggono sui quotidiani che “si tagliano i tassi per stimolare la crescita economica e i salari”, leggono una cosa che non corrisponde alla realtà. Il gioco è molto più complesso, e come ieri anche stamattina allarghiamo con voi lo sguardo dall’Europa al mondo intero, sfruttando un articolo che è stato pubblicato sul Financial Times. Nel brano che segue, leggete con chiarezza che la politica dei tassi di interesse bassi ha in primo luogo fatto comodo ai governi impegnati in politiche di espansione del debito pubblico. Che poi, nell’economia del nuovo millennio, significa quasi tutti i governi del mondo. E qui è interessante collegare il tema di questa settimana (i tagli dei tassi ufficiali) a quello della settimana scorsa (la politicizzazione dell’economia, e l’intervento diretto dei governi sulle banche centrali). Lasciamo anche oggi il testo selezionato per voi nella sua lingua originale, e questa scelta ha uno scopo preciso, che è quello di restituire ai lettori il contenuto originale, anziché procedere (come accade per molti altri articoli di economia e finanza che leggete in altre sedi) con una confusa serie di “taglia ed incolla” che poi lascia il lettore esattamente dove stava prima di leggere l’articolo in questione. Vi facciamo notare in particolare il passaggio che riguarda la crescita del debito pubblico e i rendimenti a scadenza negativi delle obbligazioni.

If the new monetary policies are not obviously expected to boost private sector spending, should investors expect the overall impact on growth and inflation to be even more muted than the last batch? Not if governments are more willing to spend. Earlier in the decade, finance ministers across the developed world were reeling from the exorbitant levels of debt that emerged after the financial crisis. Bringing those debt levels down was the policy priority, for fear that interest rates would otherwise spiral. The result was that central banks were operating against an enormous headwind of fiscal austerity. It is very difficult to generate inflation when a sizeable portion of the workforce in the public sector is under a multiyear pay freeze, for example. But interest rates have proved largely impervious to levels of government debt. Debt levels in the developed world have either stayed high or continued rising, yet half the bond market across this group has a yield below 1 per cent — and almost one-third is negative. This would suggest central bank purchases and regulatory pressure on financial institutions to hold a higher stock of government bonds have proved effective in absorbing debt while keeping interest rates low. Governments, it appears, can acquiesce to their austerity-fatigued populations, without the fear of higher interest rates. We are already seeing a move towards greater co-ordination between governments and central banks: the Bank of Japan has recently hinted it will maintain its commitment to yield curve control (anchoring 10-year rates near zero) regardless of the fiscal backdrop. The Japanese government is surely tempted to cancel its planned rise in sales tax.

bce-have-cut-rates-to-history-lows

Fonte: Bloomberg

 

Nel daily dedicato ai Clienti, The Morning Brief, di oggi 18 luglio 2019, abbiamo trattato i seguenti temi:

  1.     Commentiamo i risultati del settore bancario, in attesa di vedere oggi la trimestrale di Microsoft, una delle più importanti in questa stagione
  2.     Dollaro USA sempre vicino a quota 1,1200 contro euro
  3.     Il dato per la crescita del PIL in Cina è uscito al livello più basso della sua intera storia, e questo di fatto stoppa la trattativa sulle tariffe con gli USA
  4.     SEZIONE L'OPERATIVITA'    questa settimana sul piano operativo ci occupiamo ancora di utili delle Società quotate in Borsa, concentrando la nostra attenzione sull’Europa
  5.     SEZIONE L'ANALISI    il tema della nostra Analisi sarà questa settimana la crisi di Deutsche Bank, che poi è la crisi di un intero settore

recced-logo_1

La titolarità dell'analisi che qui riportiamo è dell'autore della stessa, e l'editore - che ospita questo commento - non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà
Tutte le ultime su: recced
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »