NAVIGA IL SITO

Borsa Italiana: cosa significa quel 20.000 di FTSEMib?

Che cosa significa quel livello dell’indice FTSEMib (20mila punti) dove oggi ci ritroviamo ad oscillare? Come possiamo valutare questi prezzi del paniere principale di Borsa Italiana?

di Valter Buffo 27 feb 2019 ore 08:34

Commento giornaliero di recce-d.com

 

borsa-italiana_1Ieri abbiamo dedicato il nostro contributo ai Btp (Italia: il destino nelle mani dei BTP?), oggi ci spostiamo invece sulla Borsa di Milano. Che cosa significa quel livello dell’indice FTSEMib (20mila punti) dove oggi ci ritroviamo ad oscillare? Come possiamo valutare questi prezzi? Vi proponiamo di ripartire da ciò che si scriveva, solo due mesi fa, dell’indice FTSEMib sul Sole24Ore, dopo il brusco ribasso di novembre.

Questo calo delle valutazioni non è stato uniforme per tutte le principali piazze globali e, nonostante il tema della sopravvalutazione riguardasse in primo luogo Wall Street e il settore tecnologico, è soprattutto su altri listini che i multipli di Borsa si sono ridimensionati. Ad esempio nel Vecchio Continente: oggi il rapporto prezzo utili attesi dell'indice S&P Europe 350 viaggia in media a quota 12 come non accadeva da giugno 2013. Le Borse europee trattano storicamente a sconto rispetto a Wall Street ma questo sconto è oggi piuttosto significativo dato che si attesta al 20% contro una media storica del 15 per cento. Il discorso riguarda in particolar modo Piazza Affari, una delle Borse più svalutate in assoluto rispetto ai fondamentali delle società del listino principale. Come già accaduto nel 2017, le società del listino FTSEMib faranno il pieno di utili con numeri che non si vedevano da prima della grande crisi. Prendendo le stime di consensus della banca dati S&P Market Intelligence Il Sole 24 Ore ha calcolato per quest'anno un totale di 41 miliardi di euro. Nel 2017, quando già Piazza Affari si era distinta per la crescita dei profitti, il monte utili è stato solo marginalmente superiore. Il dato aggregato risulta stabile ma se si fa il calcolo al netto del settore finanziario, il più rappresentativo e anche il più soggetto ai saliscendi dello spread, il monte utili risulta in crescita da 19,6 a 24,3 miliardi di euro. La Borsa italiana è a forte sconto. Basti pensare che in media il rapporto prezzo/utili attesi è di 8,7 volte. Nettamente al di sotto sia della media europea (12.3 volte) sia della media storica degli ultimi 10 anni del listino (12 volte). Alle attuali quotazioni la Borsa di Milano garantisce un rendimento medio (dividend yield) del 4% che è superiore sia alla media europea (3,8%) sia al dividend yield medio medio del listino nell'ultimo triennio (2,86%).

Si dice in questo testo di due mesi fa che tutte le Borse europee allora trattavano “a sconto” rispetto a quella USA, e che questo sconto era particolarmente ampio se si guarda proprio alla Borsa di Milano. Ora proveremo a chiarire perché questi argomenti non ci convincono, proseguendo poi domani nella medesima analisi.

Da dicembre ad oggi, la Borsa in Italia ha recuperato, tornando appunto ad aggrapparsi alla quota 20mila dell’indice maggiore, ma nel frattempo cosa è successo? L’economia reale è entrata in recessione, ed insieme a questo le stime per gli utili, in Italia come in Europa (grafico qui sotto) sono diminuite drasticamente.

Il rapporto prezzo/utili atteso, di cui scrive il brano qui sopra, deve dunque essere ricalcolato alla luce dei nuovi dati.

 

stime-crescita-utili-q4-stoxx600

Fonte: Thomson Reuters

 

Nel daily dedicato ai Clienti, The Morning Brief, di oggi 27 febbraio 2019, abbiamo trattato i seguenti temi:

  1. L’entusiasmo per il rinvio della scadenza sulle tariffe USA – Cina è durato davveoro poche ore
  2. Powell al Congresso per l’Audizione
  3. Trump oggi incontrerà ad Hanoi il coreano Kim
  4. SEZIONE L'OPERATIVITA'    questa settimana sul piano operativo ci occupiamo dell’andamento dei Mercati Emergenti nel 2019
  5. SEZIONE L'ANALISI    il tema della nostra Analisi sarà anche questa settimana la crescita economica negli USA: c’è davvero un rischio di recessione?

 

recced-logo_1

La titolarità dell'analisi che qui riportiamo è dell'autore della stessa, e l'editore - che ospita questo commento - non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà
Tutti gli articoli su: recced , piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Il Reddito di cittadinanza è il nuovo sussidio contro la povertà. Lo si potrà richiedere dal 6 marzo 2019 e verrà distribuito a partire dal 27 aprile. Destinatari, requisiti e importi Continua »

da

ABCRisparmio

730 precompilato 2019: istruzioni per la compilazione

730 precompilato 2019: istruzioni per la compilazione

Il modello 730 precompilato 2019 sarà accessibile online dal 16 aprile. Può semplificare molte cose nella compilazione della dichiarazione dei redditi. Continua »