NAVIGA IL SITO

Russia, la situazione del settore bancario europeo

di Redazione Lapenna del Web 21 mar 2022 ore 10:39 Le news sul tuo Smartphone

russia_24Secondo quanto riporta Romain Miginiac - CFA, Head of Research per le strategie Credit Opportunities di GAM Investments - nonostante l'incertezza geopolitica del momento e le preoccupazioni per le sazioni contro la Russia, il settore bancario in Europa non sembra subire contraccolpi.

Miginiac fa notare che l'esposizione alle controparti russe sono "relativamente contenute" e la propensione delle banche a concedere prestiti in Russia ha subito una drastica diminuzione già dal 2014. Di conseguenza, anche qualora dovesse materializzarsi un "totale azzeramento delle esposizioni russe delle banche", i livelli di solvibilità degli istituto europei non sarebbero intaccati, con solide riserve di capitali.

Lo strategist ha evidenziato che, mentre i regolatori e le autorità monitorano da vicino le banche, il tono "della narrativa circa i dividendi degli azionisti per gli emittenti colpiti ha iniziato a spostarsi verso un approccio conservativo". Questo fenomeno, spiega Miginiac, sembra confermare la teoria degli azionisti che subiscono la perdita, "mentre le cedole degli Additional Tier 1 (AT1) verrebbero probabilmente colpite solo se i coefficienti di capitale scendessero al di sotto dei requisiti".

Per quanto riguarda il debito subordinato delle banche, l'analista ha osservato che può probabilmente offrire valutazioni interessanti, in quanto gli investitori "beneficiano di un carry elevato in un settore resiliente, con un potenziale rialzo dei prezzi".

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: strategie di investimento , russia