NAVIGA IL SITO
Home » Analisi di Scenario » La recessione 2020

La recessione 2020

Sale al 66% (due terzi del totale) la percentuale di economisti professionisti (ovvero, che lavorano nell’industria) che prevedono una recessione degli Stati Uniti tra il 2019 ed il 2020

di Valter Buffo 2 ott 2018 ore 08:41

Commento giornaliero di recce-d.com

 

america-bandieraAvevamo già segnalato, sia qui su SoldiOnline.it, sia nel nostro Blog, il ritorno del termine “recessione” tra quelli più spesso utilizzati da analisti e commentator dei mercati finanziari. Ieri, i dati ci hanno detto che questa tendenza si sta rafforzando: sale infatti al 66% (due terzi del totale) la percentuale di economisti professionisti (ovvero, che lavorano nell’industria) che prevedono una recessione degli Stati Uniti tra il 2019 ed il 2020, come leggete di seguito.

 

Two-thirds of business economists in the U.S. expect a recession to begin by the end of 2020, while a plurality of respondents say trade policy is the greatest risk to the expansion, according to a new survey. About 10 percent see the next contraction starting in 2019, 56 percent say 2020 and 33 percent said 2021 or later, according to the Aug. 28-Sept. 17 poll of 51 forecasters issued by the National Association for Business Economics on Monday.

 

Il dato è clamoroso, perché proprio la settimana scorsa, come vedete nel primo dei due grafici sotto, l’indice USA di fiducia delle famiglie ha toccato un nuovo massimo (quasi) assoluto. Ma non è questo, il solo dato pubblicato ieri che ci ha colpito: ci colpisce anche leggere che, nel medesimo sondaggio, si sia fermata al 2,9% la previsione “di consenso” degli economisti professionisti per la crescita degli Stati Uniti nel 2018.

 

Trade fears aside, economists were slightly more optimistic about the economy this year. The median forecast for inflation-adjusted gross domestic product growth rose to 2.9 percent from a 2.8 percent pace projected in the June survey. The 2019 estimate remained at 2.7 percent. On the brighter side, 33 percent of respondents said the biggest potential driver of a stronger economic performance is corporate tax reform, 27 percent cited stronger wage gains and 10 percent said stronger global growth.

 

Detto che anche molte banche di investimento sono prudenti sulle previsioni per la crescita del PIL USA (secondo grafico qui in basso) il quadro che ne ricaviamo noi, in Recce’d, per il nostro lavoro di allocazione dei portafogli dei Clienti, è il seguente: ma dove è il “boom economico americano” che sulla Borsa di New York molti investitori si ostinano ad inseguire? E che cosa succederà, alla Borsa di New York, se queste previsioni degli economisti professionisti dovessero mai arrivare... fino al pubblico degli investitori? Che ci farà, allora, lo S&P 500 a 2.930 punti?

 

indice-fiducia-usa-1993-2018

Fonte: Haver

 

previsione-crescita-pil-usa-2012-2020

Fonte: Goldman Sachs

 

Nel daily dedicato ai Clienti, The Morning Brief, di oggi 2 ottobre 2018, abbiamo trattato i seguenti temi:

  • La vicenda Italia continuerà a dominare il flusso delle notizie ancora per settimane
  • Sui mercati globali però risulteranno più importanti i dati di questa settimana dagli USA
  • In Asia stamattina si valutano i dati cinesi pubblicati nel weekend
  • SEZIONE L'OPERATIVITA'    questa settimana sul piano operativo ci occupiamo dell’euro de delle sue prospettive
  • SEZIONE L'ANALISI    il tema della nostra Analisi sarà questa settimana la situazione degli Emergenti: se l’intervento del FMI in Argentina ha fallito gli obiettivi, adesso che cosa ci aspetta?

 

recced-logo_1

La titolarità dell'analisi che qui riportiamo è dell'autore della stessa, e l'editore - che ospita questo commento - non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà
Tutti gli articoli su: recced
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Il certificato di malattia per il lavoro: cos'è e come si richiede

Il certificato di malattia per il lavoro: cos'è e come si richiede

Il certificato di malattia rappresenta il documento che attesta la temporanea impossibilità al lavoro. È redatto dal medico curante, il quale provvederà a inviarlo all’INPS Continua »

da

ABCRisparmio

Pensioni: Quota 100 spiegata in pochi minuti

Pensioni: Quota 100 spiegata in pochi minuti

Quota 100 è un sistema che consente la possibilità di accedere alla pensione nel momento in cui la somma tra età anagrafica e contributi versati è pari ad almeno 100 Continua »