NAVIGA IL SITO

Quale destino per la normalizzazione delle Banche Centrali?

Powell dovrà chiarire se gli obiettivi di breve termine prevalgono, almeno in questo momento, sul tema della "normalizzazione" della politica monetaria della Federal Reserve

di Valter Buffo 30 gen 2019 ore 08:13

Commento giornaliero di recce-d.com


federal-reserveNel nostro contributo di ieri, abbiamo richiamato l’attenzione dei lettori di SoldiOnline.it sul fatto che negli ultimi anni è aumentata, in modo molti significativo (e per alcuni eccessivo) la frequenza con la quale la Federal Reserve comunica ai mercati attraverso la stampa, la tv, il Web... e le indiscrezioni, con il rischio di aumentare e non diminuire, l’incertezza.

Le interpretazioni su ciò che la Fed intende fare cambiano ormai su base quotidiana. Per fare un esempio concreto: tutti riconoscono che oggi c’è una grandissima confusione su ciò che la Fed potrebbe fare, in futuro, a proposito della programmata riduzione del suo attivo investito in obbligazioni.

E questo esempio ci riporta alla riunione della Fed che è in corso: ieri abbiamo detto che, oltre alle indicazioni sulle variazioni future del tasso ufficiale di interesse, il mercato attende indicazioni proprio in merito alla politica di riduzione dell’attivo della Fed (nel grafico più in basso), ed anche della vita residua media dello stesso attivo (ricordate il grafico pubblicato ieri?), per proseguire con il deficit pubblico USA e del fabbisogno di finanziamento attraverso i Treasuries nel 2019, e poi ancora l’impatto delle scelte della politica sull’economia degli Stato Uniti (a cominciare dai rapporti USA – Cina, e dallo shutdown).

Come potete vedere, si tratta di un amplissimo ventaglio di argomenti: il mercato, però, come sapete, è poi costretto a fare una sintesi di tutte le parole di Powell in conferenza e... decidere se salire oppure scendere. Oggi quindi ci chiediamo: che cosa potrebbe dare la direzione ai mercati, stasera? Ieri sul nostro sito abbiamo pubblicato, nella pagina Mercati, un estratto da un articolo di El Erian, che in sintesi estrema spiega che siamo passati in poche settimane da una politica monetaria della Fed che aveva come scopo principale la "normalizzazione" che guarda ad obiettivi di medio e lungo termine (come avere "più munizioni" per fronteggiare una recessione futura) ad una politica monetaria più flessibile, ed esplicitamente orientata ad abbattere la volatilità di breve termine dei mercati finanziari, anche al costo di perdere di vista, almeno temporaneamente, gli obbiettivi di medio e lungo termine citati sopra.

Questa è la nostra riposta alla domanda più sopra, ovvero cosa darà la direzione ai mercati: Powell dovrà chiarire se gli obiettivi di breve termine prevalgono, almeno in questo momento, sul tema della "normalizzazione", ed in questo senso sarà cruciale comprendere se ripeterà ancora che l’economia è "forte" ed anche "in ottime condizioni" (come fece ancora in dicembre) oppure se dirà (come ha fatto Draghi di recente) che "i rischi si sono spostati verso il basso".

 

fed-bilancio-2006-2019

Fonte: Bloomberg

 

Nel daily dedicato ai Clienti, The Morning Brief, di oggi 30 gennaio 2019, abbiamo trattato i seguenti temi:

  1. La riunione della Federal Reserve si chiude stasera con la conferenza stampa
  2. I dati trimestrali di Caterpillar e Nvidia lunedì, e di 3M e Harley Davidson ieri, sono risultati nettamente inferiori alle attese
  3. Nessun impatto visibile sui mercati dalla sospensione dello shutdown USA
  4. SEZIONE L'OPERATIVITA'    questa settimana sul piano operativo ci occupiamo del RISK ON, RISK OFF: potrebbe tornare di attualità?
  5. SEZIONE L'ANALISI    il tema della nostra Analisi sarà questa settimana il settore delle materie prime

recced-logo_1

La titolarità dell'analisi che qui riportiamo è dell'autore della stessa, e l'editore - che ospita questo commento - non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà
Tutti gli articoli su: recced , fed
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Il Reddito di cittadinanza è il nuovo sussidio contro la povertà. Lo si potrà richiedere dal 6 marzo 2019 e verrà distribuito a partire dal 27 aprile. Destinatari, requisiti e importi Continua »

da

ABCRisparmio

730 precompilato 2019: istruzioni per la compilazione

730 precompilato 2019: istruzioni per la compilazione

Il modello 730 precompilato 2019 sarà accessibile online dal 16 aprile. Può semplificare molte cose nella compilazione della dichiarazione dei redditi. Continua »