NAVIGA IL SITO

Posizionarsi in vista di un andamento laterale del mercato

Sébastien Galy (Nordea AM) vede ancora opportunità nel reddito fisso, tramite investimenti in covered bond o titoli di credito italiani. Modeste prospettive, invece, per i titoli azionari

di Redazione Soldionline 25 set 2019 ore 10:43

I mercati finanziari stanno per iniziale l’ultimo trimestre del 2019 in un contesto caratterizzato da un rallentamento economico generalizzato e da banche centrali disposte ad adottare politiche espansive.
Quale strategia di investimento adottare sulla base di queste prospettive? Sébastien Galy – Senior Marco Strategist di Nordea AM – vede ancora opportunità nel reddito fisso, tramite investimenti in covered bond o titoli di credito italiani. Al contrario, lo strategist indica modeste prospettive per i titoli azionari, almeno nei mercati avanzati.
Nell’analisi seguente Sébastien Galy fornisce maggiori dettagli su queste previsioni.

 

Uno sguardo ai titoli azionari difensivi

mercati-azionari_2Alla luce di stime di crescita contenute e di una debole ripresa degli utili, le prospettive per i titoli azionari, almeno nei mercati avanzati, sono modeste. In un contesto di mercato in cui i titoli azionari potrebbero evidenziare movimenti contenuti, gli investitori dovrebbero concentrarsi su titoli che offrono un rendimento e flussi di cassa stabili. Le soluzioni di investimento che offrono tali caratteristiche non sono molte e riguardano società quotate operanti nel real estate e nelle infrastrutture. Tali titoli mostrano infatti un drawdown limitato rispetto agli indici di mercato e performance convincenti.


L’Italia sta attraversando una situazione politica difficile. La recente coalizione di sinistra potrebbe sciogliersi nel giro di un anno, tuttavia né la sinistra né la destra sembrano volere abbandonare l’Area Euro, attenendosi alle linee guida dell’Eurozona. Permane il problema del rischio di credito sottostante. La crescita dell’economia italiana è troppo lenta rispetto a quella del debito nazionale rendendo pertanto le dinamiche del debito insostenibili. Gli Italiani, tuttavia, si confermano popolo di grandi risparmiatori, come dimostra il fatto che in rapporto al PIL il saldo di conto corrente si è collocato al  2,6%. Una parte consistente di questo risparmio verrà probabilmente convertita in strumenti a reddito fisso tradizionalmente rappresentanti di rendimento e sicurezza. Aggiungendo a ciò il sostegno della BCE, si avrà un ampio carry trade sulla curva dei BTP. La preferenza per il reddito fisso si esprime inoltre tramite investimenti in covered bond o titoli di credito italiani. Un ulteriore progressivo appiattimento della curva dei titoli sovrani e una connessa ripresa economica si tradurranno in una riduzione del rischio di credito. Tale situazione favorirà gli istituti finanziari e il loro debito accrescendo l’interesse degli investitori nei confronti del Bel Paese.

 

Il credito europeo batte quello statunitense

In Europa le prospettive per il credito sono più interessanti che negli Stati Uniti. Nel quadro dell’attuale rallentamento economico i gestori attivi dovranno analizzare attentamente i bilanci. In Europa i premi per il rischio di credito sono generalmente in linea con le medie storiche mantenendo un livello di indebitamento inferiore rispetto ad alcune aree del mercato High Yield USA.


Negli Stati Uniti le prospettive sono più eterogenee: i titoli investment grade appaiono onerosi ma interessanti dato l’allentamento da parte della Federal Reserve mentre nelle categorie inferiori del mercato High Yield è in corso una riduzione dell’indebitamento. Le emissioni High Yield conservano una certa attrattiva ma occorre prudenza: questo segmento, caratterizzato da una leva eccessiva, potrebbe infatti risentire ancora dei timori di una recessione.

 

Conclusione: Japanification e slittamento dei mercati azionari

In conclusione, vediamo ancora opportunità nel reddito fisso e, in alcuni casi, nel credito, in particolare nell’Eurozona nel quadro di una tendenza alla Japanification. Preferiamo quindi l’attività di attenta analisi operata dai gestori attivi nel rischio di credito. In ambito azionario, in previsione di un slittamento del mercato consigliamo di puntare su fondi più difensivi come quelli che investono in infrastrutture.

 

La titolarità dell'analisi che qui riportiamo è dell'autore della stessa, e l'editore - che ospita questo commento - non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà.
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Unisalute: cos'è e come funziona

Unisalute è una società assicurativa specializzata nella sanità. Fa parte del gruppo Unipol e gestisce numerosi fondi di assistenza sanitaria integrativa e casse professionali

da

ABCRisparmio

Come si ritirano le vincite al Superenalotto

Come si ritirano le vincite al Superenalotto

Come possono essere ritirare le vincite al Superenalotto? I premi Possono essere riscossi presentando la ricevuta originale e integra della schedina vincente giocata Continua »