NAVIGA IL SITO

Outlook 2024, si prospetta un altro anno movimentato?

Gli investitori con un orizzonte breve/tattico dovrebbero iniziare il nuovo anno con un atteggiamento prudente

di Redazione Lapenna del Web 9 gen 2024 ore 10:17

azioni-europaHans-Jörg Naumer - Director Global Capital Markets & Thematic Research di Allianz Global Investors - ritiene che il 2024 si prospetta essere un altro anno movimentato.

Secondo il parere dell'esperto, questa notizia non avrebbe nulla di eclatante, poiché la storia dei mercati finanziari è da sempre costellata di rischi e, alla fine, vi è sempre stata la crescita. Hans-Jörg Naumer afferma infatti che senza rischiare, nessun investitore può aspettarsi di ricevere un premio.

Tutto considerato, l'esperto ritiene che nel 2024 gli investitori potrebbero avvalersi dell’intero universo del “multi asset”, cioè dell’allocazione attiva in più asset class. "La chiave è sempre la gestione attiva dei portafogli di investimento", ha precisato Hans-Jörg Naumer.

Alla luce delle modeste prospettive di crescita, l'esperto ritiene che gli investitori con un orizzonte breve/tattico dovrebbero iniziare il nuovo anno con un atteggiamento prudente. Di norma, spiega Hans-Jörg Naumer, il mercato azionario non si riprende prima di una recessione, bensì nel pieno della contrazione, quando si presentano interessanti opportunità di acquisto.

"In ambito azionario la selezione titoli dovrebbe premiare," precisa l'esperto, il quale afferma inoltre che a fronte di politiche monetarie restrittive e tassi di crescita più modesti, la scelta dovrebbe ricadere su società che presentano un’elevata generazione di cash flow e bilanci solidi.

Per quanto riguarda le obbligazioni, Hans-Jörg Naumer ritiene sia importante considerare che ci troviamo al picco del ciclo di rialzo dei tassi, anche se i tassi di riferimento delle grandi banche centrali dovrebbero rimanere elevati più a lungo di quanto si aspettano i mercati.

L'esperto osserva come il mix di crescita debole, inflazione in calo e valutazioni interessanti rendano nuovamente attraenti gli investimenti in obbligazioni. A tale proposito, precisa Hans-Jörg Naumer, l’attenzione dovrebbe essere rivolta soprattutto ai titoli a breve e media scadenza, maggiormente impattati da eventuali riduzioni dei tassi. Allo stesso tempo, l'esperto prevede si assisterà a un irripidimento della curva dei rendimenti.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.