NAVIGA IL SITO

Neutrali su azioni e bond. Oro sotto pressione

Gli analisti del Credit Suisse hanno fornito un aggiornamento della propria strategia di investimento sulla base del repricing delle aspettative politiche degli istituti centrali

di Redazione Soldionline 14 lug 2017 ore 09:59

Gli analisti del Credit Suisse hanno fornito un aggiornamento della propria strategia di investimento, in uno scenario caratterizzato da una crescente volatilità dei tassi di interesse e da un rialzo dei rendimenti obbligazionari, come conseguenza delle possibili mosse future delle banche centrali. In particolare, Nannette Hechler-Fayd'herbe, Head of Global Investment Strategy, ritiene che "nell’Eurozona il mercato stia sovrastimando la rapidità e la misura con la quale lo stimolo monetario verrà ritirato". Per questo la strategist resta neutrale su reddito fisso e azionario e si aspetta una certa vulnerabilità di oro e metalli preziosi. Nell'analisi seguente Nannette Hechler-Fayd'herbe fornisce maggiori dettagli sulla strategia di investimento del gruppo svizzero.

 

Rendimenti superiori in USD

grafico-azioniNonostante il recente irripidimento, le curve dei rendimenti USA restano piatte rispetto a Eurozona e Svizzera. Ciò è in contrasto con l’attesa di una riaccelerazione economica negli USA e con una natura transitoria della flessione dell’inflazione. Pertanto ci aspettiamo un aumento dei rendimenti USA per gran parte delle scadenze e un irripidimento della curva dei rendimenti. Nell’Eurozona e in Svizzera, i rendimenti ora sono nell’intervallo del fair value e offrono un miglior valore rispetto agli ultimi mesi. I nostri investimenti obbligazionari preferiti restano le obbligazioni, in particolare quelle societarie investment grade e i titoli finanziari con scadenze di 2–4 anni.

 

Energia, sanità e telecomunicazioni

Una volatilità superiore dei tassi di interesse alimenterà in ultima analisi la volatilità del mercato azionario, con gli investitori che inevitabilmente valutano i trend degli utili rispetto alla prospettiva di tassi di sconto superiori e attuano un repricing dei settori con fondamentali più deboli. Restiamo neutrali e non incrementiamo l’esposizione azionaria (beta) nei portafogli. Puntiamo su settori e mercati che offrono trend degli utili convincenti e che non sono troppo dispendiosi. Si tratta di sanità ed energia, ai quali ora aggiungiamo le telecomunicazioni. Favoriamo ancora Eurozona, Svizzera, Canada e Australia.

 

Attenzione alla SEK!

L’EUR ha toccato un massimo dopo un’interpretazione eccessivamente aggressiva dei recenti commenti di Mario Draghi, ma da allora ha mostrato un andamento più moderato. Riteniamo che l’EUR continuerà a correggersi verso la parte inferiore dell’intervallo di trading 1.05–1.15, man mano che i mercati finanziari adegueranno al rialzo le loro aspettative oltremodo accomodanti sui fed fund. La valuta per la quale ci aspettiamo un apprezzamento è la SEK. La Riksbank avrà crescenti difficoltà a giustificare la propria politica monetaria ultra-espansiva a fronte di una crescita più robusta nell’Eurozona. La SEK è significativamente sottovalutata – e prevediamo un discreto rialzo su 12 mesi.

Oro sotto pressione

Ci aspettiamo che l’oro rimanga sotto pressione fintanto che non si verificherà una correzione al rialzo dei rendimenti USA. Le commodity energetiche restano in una difficile fase di ribilanciamento. Il ribasso delle scorte dovrebbe accelerare e contribuire a un’ulteriore ripresa dei prezzi del petrolio. Siamo diventati neutrali sugli immobili in vista della correzione dei rendimenti e ribadiamo questo giudizio.


Aggiornamento sui temi di investimento per il 2017

Dei nostri nove principali temi di investimento per il 2017, chiudiamo il nostro giudizio sul settore immobiliare che ha reso circa il 6% dall’inizio dell’anno. Pur rientrando ancora tra le componenti dell’asset allocation, non consideriamo quello immobiliare come un tema di spicco nel secondo semestre. Nel reddito fisso continuiamo a pensare che le obbligazioni finanziarie subordinate restino il modo migliore per ottenere un rendimento discreto. In ambito azionario, il nostro tema del miglioramento della top-line resta appropriato con il rialzo dei tassi di interesse. Preferiamo ancora i forti beneficiari dell’USD come le azioni svizzere e dell’Eurozona, dato che ci aspettiamo un nuovo rafforzamento del biglietto verde. “Investimenti per crescita e inflazione” rimane parimenti un valido tema macro. Infine, così come per le commodity energetiche, ci attendiamo una ripresa della performance, ma teniamo sotto stretto controllo le dinamiche di produzione del petrolio.

 

La titolarità dell'analisi che qui riportiamo è dell'autore della stessa, e l'editore - che ospita questo commento - non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà.

 

Tutte le ultime su: oro , mercato azionario , bond
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Chi e per cosa si può utilizzare NoiPA

NoiPA è la piattaforma digitale per la gestione del personale e degli stipendi del settore pubblico.

da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »