NAVIGA IL SITO
Home » Analisi di Scenario » L’effetto gennaio come il rally di Natale?

L’effetto gennaio come il rally di Natale?

Vedremo davvero un January Effect? Oppure finirà come il Rally di Natale? Sul tavolo le valutazioni di borsa, l’inversione della curva dei rendimenti obbligazionari e infine il rischio recessione

di Valter Buffo 10 gen 2019 ore 09:03

Commento giornaliero di recce-d.com

 

trend-rialzistaLa partenza al rialzo nel 2019 da parte degli indici USA ha immediatamente riportato, sulle prime pagine dei siti e dei quotidiani, il tema dell’Effetto Gennaio, o January Effect. Poche settimane prima, come ricorderete, tutti invece scrivevano del rally di Natale, ovvero il Santa rally; e poi del rally di Fine Anno, ovvero il Year End Rally. Ne scrivevano ma nessuno poi li ha visti, questi effetti: e quindi è giustificato domandarsi come andrà a finire questa volta, con lo January Effect. Allo scopo di facilitare il lettore a formarsi una propria opinione, riportiamo qui alcuni brani da un articolo di ieri del Financial Times, che ricostruiscono la situazione quale era solo qualche giorno fa, alla fine del 2018:

Trying to predict markets is a perilous task at the best of times. That certainly appears the case now, given the hangover investment funds are nursing after the pain inflicted in 2018 across bonds and equities, the twin pillars of portfolios. At this stage of an ageing economic cycle, investors have good reason for concern as they try to work out whether the rout in equity and credit markets represents a final correction in this cycle or the start of lengthy decline. We have not begun a new year in such a glum mood since the start of 2009 and before that, 1999.

 

Il clima, a fine anno, era effettivamente molto negativo tra operati ed investitori. Oggi, a 10 giorni di distanza, possiamo forse dire che tutto è passato e che le nuvole si sono diradate definitivamente, grazie al January Effect? Facciamoci ancora aiutare dal FT per comprendere quali sono i temi sul mercato, oggi.

Two important developments in US markets illustrate the dilemma facing investors. Wall Street’s bruising run means the earnings multiple for the S&P 500 has fallen sharply from its peak in late 2017, typically a harbinger of strong returns for the coming year. Any positive surprises in economic data and corporate earnings will buoy sentiment alongside lower oil prices. But casting a lengthy shadow is a US Treasury yield curve that has begun inverting — the 12-month bill yield is now higher than those on all Treasury maturities out to seven years. This is typically a signal that the Federal Reserve has tightened policy too far and that a recession loiters beyond the horizon. As this tense game of market chicken between equities and government bonds unfolds, plenty of the macro outlooks released for 2019 exude the confidence that the global economy will remain firmly in expansion mode, albeit more slowly than 2018. The common view is that recession risk appears low, so worrying signs of contraction in Japan and Europe should reverse.

 

Eccovi raccolti in poche righe tutti i temi di mercato principali di oggi: le valutazioni di borsa, e gli utili; e poi l’inversione della curva dei rendimenti obbligazionari; e infine il rischio recessione. A questi argomenti se ne aggiunge poi un altro, che noi di Recce’d abbiamo già in passato esposto ai lettori di SoldiOnline.it: la crescente dipendenza dell’economia reale alle oscillazioni dei mercati finanziari (che vedete anche illustrata dal dato che leggete nel grafico qui sotto). Da qui, e dall’analisi di questi temi, gli operatori e gli investitori ricaveranno la risposta alla nostra domanda iniziale: vedremo davvero un January Effect? Oppure finirà come il Rally di Natale?

 

dipendenza-economia-reale-mercati-finanziari

Fonte: Financial Times


Nel daily dedicato ai Clienti, The Morning Brief, di oggi 10 gennaio 2019, abbiamo trattato i seguenti temi:

  • Proseguirà ancora il rimbalzo della Borsa di New York?
  • I dati USA per l’inflazione ci aiuteranno a capire se è’ vero che i dati USA di venerdì 4 gennaio 2019 hanno capovolto le prospettive per i tassi ufficiali di interesse
  • Dove arriverà lo yen contro dollaro USA dopo la recente impennata?
  • SEZIONE L'OPERATIVITA'    questa settimana (e la prossima) sul piano operativo ci occupiamo degli utili delle Società quotate
  • SEZIONE L'ANALISI    il tema della nostra Analisi sarà questa settimana il Giappone ed i suoi grossi problemi economici e finanziari

recced-logo_1

La titolarità dell'analisi che qui riportiamo è dell'autore della stessa, e l'editore - che ospita questo commento - non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà
Tutti gli articoli su: recced
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Rdc 2019: a chi spetta e i requisiti per ottenere il Reddito di cittadinanza

Rdc 2019: a chi spetta e i requisiti per ottenere il Reddito di cittadinanza

Il Reddito di cittadinanza è il nuovo sussidio contro la povertà. Lo si potrà richiedere dal 1° marzo 2019 e verrà distribuito a partire dal mese di aprile Continua »

da

ABCRisparmio

Pensioni: Quota 100 spiegata in pochi minuti

Pensioni: Quota 100 spiegata in pochi minuti

Quota 100 è un sistema che consente la possibilità di accedere alla pensione nel momento in cui la somma tra età anagrafica e contributi versati è pari ad almeno 100 Continua »