NAVIGA IL SITO

Perché investire sui titoli della Borsa Italiana?

Dopo i rialzi, e le altre cose accadute di recente, quali argomenti e quali valutazioni possono giustificare - oggi - un investimento sui titoli della Borsa di Milano?

di Valter Buffo 28 feb 2019 ore 11:55

Commento giornaliero di recce-d.com

 

borsa-piazza-affariIeri abbiamo scritto della Borsa di Milano (Borsa Italiana: cosa significa quel 20.000 di FTSEMib?), mettendo in evidenza il fatto che a fine 2018 c’era chi argomentava a favore di una sottovalutazione relativa alle altre borse. Questo è uno dei fattori che potrebbero spiegare, ed eventualmente anche supportare, i rialzi del 2019: rialzi che, come abbiamo scritto, sorprendono se vengono messi a confronto sia con l’andamento della economia reale (che è scivolata in recessione nel frattempo) sia dalle prospettive della finanza pubblica (sulle quale, proprio ieri, si è espressa negativamente anche l’OCSE, come molti avranno già letto).

Restiamo quindi su Piazza Affari, e chiediamoci: dopo i rialzi, e le altre cose accadute, quali argomenti, quali valutazioni possono giustificare oggi un investimento sulla Borsa di Milano? Il grafico che vedete in basso può fornire una parziale risposta:  come vedete è aggiornato a ieri, gli analisti prevedono per i titoli quotati a Milano nel 2019 una crescita degli utili che è positiva, ed è tuttora vicina allo 8% (dati di Thomson Reuters).

Sarà sufficiente? Sarà credibile? Ci sarà? Come abbiamo fatto ieri, anche oggi riprendiamo alcune delle considerazioni fatte due mesi fa, alla fine del 2018, dal Sole 24 Ore:

 

Le società del listino FtseMib faranno il pieno di utili con numeri che non si vedevano da prima della grande crisi. Prendendo le stime di consensus della banca dati S&P Market Intelligence Il Sole 24 Ore ha calcolato per quest'anno un totale di 41 miliardi di euro. Nel 2017, quando già Piazza Affari si era distinta per la crescita dei profitti, il monte utili è stato solo marginalmente superiore. Il dato aggregato risulta stabile ma se si fa il calcolo al netto del settore finanziario, il più rappresentativo e anche il più soggetto ai saliscendi dello spread, il monte utili risulta in crescita da 19,6 a 24,3 miliardi di euro. La rinnovata capacità di fare profitti si è accompagnata a bilanci più sani perché, da una parte le banche hanno fatto pulizia dei crediti deteriorati dall'altra le società non finanziarie hanno ridotto il loro indebitamento. Questo trend è andato consolidandosi in particolare nell'ultimo biennio. Se tuttavia nel 2017 il mercato ha chiaramente preso atto del processo in corso premiando la Borsa italiana con un rialzo del 13,6% a fronte di un +7% del resto d'Europa quest'anno è andata diversamente: dopo una partenza brillante (+12% nei primi quattro mesi) il Ftse Mib ha invertito la rotta fino ad arrivare oggi un poco onorevole saldo negativo di oltre 14 punti percentuali da inizio anno. Una performance su cui pesa ovviamente la componente del rischio politico. Soprattutto nel caso del settore bancario, storicamente molto ben rappresentato sulla piazza di Milano.

 

Ci è sembrato utile riportare questo brano perché (insieme a quello che abbiamo selezionato ieri) aiuta il lettore a mettere le cose nella giusta prospettiva: si scrive dell’aumento del monte-utili delle società quotate (che è significativo, ma deve essere rapportato ai livelli dai quali si partiva), si sottolinea il peso della banche sul listino, e si ricorda che nel 2018 la differenza tra punto massimo e punto minimo è stata di oltre il 25%. Tutti elementi di giudizio che, uniti al dato sugli utili, aiuteranno il lettore a capire quali sono le prospettive, ed i rischi della Borsa di Milano nel 2019.

 

earnings-growth-rates-by-contry

 


Nel daily dedicato ai Clienti, The Morning Brief, di oggi 28 febbraio 2019, abbiamo trattato i seguenti temi:

  1. Mercati ormai da settimane in una fase di apatia ed assenza di reazioni che noi giudichiamo molto inquietante
  2. Ieri Powell ha chiuso al Congresso la sua l’Audizione
  3. Ieri ed oggi Trump incontra ad Hanoi il coreano Kim
  4. SEZIONE L'OPERATIVITA'    questa settimana sul piano operativo ci occupiamo dell’andamento dei Mercati Emergenti nel 2019
  5. SEZIONE L'ANALISI    il tema della nostra Analisi sarà anche questa settimana la crescita economica negli USA: c’è davvero un rischio di recessione?

 

recced-logo_1

La titolarità dell'analisi che qui riportiamo è dell'autore della stessa, e l'editore - che ospita questo commento - non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà
Tutti gli articoli su: recced
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Il Reddito di cittadinanza è il nuovo sussidio contro la povertà. Lo si potrà richiedere dal 6 marzo 2019 e verrà distribuito a partire dal 27 aprile. Destinatari, requisiti e importi Continua »

da

ABCRisparmio

Quota 100 spiegata in pochi minuti

Quota 100 spiegata in pochi minuti

Quota 100 è un sistema che consente la possibilità di accedere alla pensione nel momento in cui la somma tra età anagrafica e contributi versati è pari ad almeno 100 Continua »