NAVIGA IL SITO
Home » Analisi di Scenario » Inizia adesso la Grande Rotazione?

Inizia adesso la Grande Rotazione?

Tra i tanti dati da monitorare ci si concentra sulla quota di investimenti dall’estero in Titoli di Stato USA ed in generale verso gli Stati Uniti

di Valter Buffo 5 ott 2018 ore 08:04

Commento giornaliero di recce-d.com

 

analisi-tecnica-grafico_1Ne abbiamo scritto qui su SoldiOnline.it pochi giorni fa (Vi ricordate la “Grande Rotazione”?): il tema della Grande Rotazione è del tutto scomparso dalle ricerche delle Reti di Fondi Comuni e delle banche globali di investimento, rispetto a 18 mesi fa (Deflazione, reflazione, grande rotazione... tutto finisce in "one"), e paradossalmente forse è proprio questo il momento per parlarne, almeno se guardiamo alla settimana che si conclude oggi.

Quali sono i dati che si possono portare a supporto di questa tesi? Leggiamo questo estratto che abbiamo selezionato per voi:

 

(…) the relative appeal of stocks is waning compared to fixed income. Yields on 10-year Treasures breached 3.2 percent for the first time since 2011, while U.S. equities are estimated to yield about 2 percent in 12 months, the widest gap in eight years, according to data compiled by Bloomberg.

 

Noi avevamo già portato all’attenzione del lettore il fatto che i tassi negli Stati Uniti oggi sono competitive (sulla base del dividend yield) rispetto alle azioni. Ma non per tutti questo argomento è sufficiente.

 

That’s no reason to dump stocks and jump into bonds just yet, said Kerry Craig, a Melbourne-based global markets strategist at JPMorgan Asset Management. With low near-term recessionary threats, a good earnings outlook and potential for U.S. stocks to rise in the high single digits in 2019, you may want to keep owning that market right now, he said by phone. “Treasury yields will have to go above 3.5% to see that wholesale rotation out of equities into fixed income”.

 

Il commento qui sopra indica una soglia, che è il 3,5% di rendimento a scadenza per il Titolo a 10 anni: va detto che ieri non eravamo poi tanto lontani (3,25%) e che immaginiamo quindi che almeno qualcuno, tra I gestori di Fondi Comuni, stia cominciando a prendere l’argomento in esame. A fronte di questo, quale è l’opinione di Recce’d? La seguente: ci sono fattori più importanti, per l’immediato ed il medio termine, da tenere d’occhio.

Tra i tanti che noi monitoriamo, oggi ci concentriamo sulla quota di investimenti dall’estero in Titoli di Stato USA ed in generale verso gli Stati Uniti: nel primo grafico, vedete che la quota di afflussi dall’estero è in netta diminuzione, mentre nel secondo grafico potete vedere la serie dei dati riferito agli investimenti esteri diretti negli Stati Uniti. A nostro parere, rispetto a queste due serie di dati, il rapporto tra dividend yield di Borsa e rendimento dei Treasuries è solo un elemento di contorno. Ciò non toglie che il tema della Grande Rotazione rimarrà, a nostro parere, di grande attualità.

 

afflussi-esteri-deficit-usa-2007-2018

Fonte: Deutsche Bank

 

investimenti-trimestrali-diretti-usa-2015-2018

Fonte: Bloomberg

 

Nel daily dedicato ai Clienti, The Morning Brief, di oggi 5 ottobre 2018, abbiamo trattato i seguenti temi:

  • Il dato USA di oggi per i salari potrebbe decidere del destino sia delle obbligazioni USA sia del dollaro USA
  • Ieri in calo la Borsa di New York
  • In Asia stamattina dollaro fermo a quota 1,1500
  • SEZIONE L'OPERATIVITA'    questa settimana sul piano operativo ci occupiamo dell’euro e delle sue prospettive
  • SEZIONE L'ANALISI    il tema della nostra Analisi sarà questa settimana la situazione degli Emergenti: se l’intervento del FMI in Argentina ha fallito gli obbiettivi, adesso che cosa ci aspetta?

 

recced-logo_1

La titolarità dell'analisi che qui riportiamo è dell'autore della stessa, e l'editore - che ospita questo commento - non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà
Tutti gli articoli su: recced
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Il certificato di malattia per il lavoro: cos'è e come si richiede

Il certificato di malattia per il lavoro: cos'è e come si richiede

Il certificato di malattia rappresenta il documento che attesta la temporanea impossibilità al lavoro. È redatto dal medico curante, il quale provvederà a inviarlo all’INPS Continua »

da

ABCRisparmio

Pensioni: Quota 100 spiegata in pochi minuti

Pensioni: Quota 100 spiegata in pochi minuti

Quota 100 è un sistema che consente la possibilità di accedere alla pensione nel momento in cui la somma tra età anagrafica e contributi versati è pari ad almeno 100 Continua »