NAVIGA IL SITO

Indici di fiducia e borse Usa: uno dei due sbaglia

Stiamo assistendo ad una specie di sfida: uno (tra la fiducia e la Borsa) sta sbagliando, e bisognerà stare a vedere, nelle prossime settimane, quale dei due è più forte

di Valter Buffo 5 lug 2019 ore 09:30

Commento giornaliero di recce-d.com

 

dollaro-usaAbbiamo richiamato la vostra attenzione, questa settimana, sul ruolo degli indici di fiducia, nel determinare la direzione dei mercati finanziari, con riferimento particolare a ciò che accade in questo momento negli Stati Uniti. Il dato ADP che avete visto mercoledì 3 luglio, nel pomeriggio, anticipa in una certa misura il dati per gli occupati USA che vedremo tutti oggi alle 14.30. Se lo associamo ad altri dati, pubblicati negli Stati Uniti nelle ultime tre settimane, ed in particolare:

  • Gli indici della Federal Reserve per il settore della manifattura
  • La componente ordinativi dei beni durevoli
  • L’indice della fiducia dei consumatori
  • Gli indici PMI
  • Gli indici ISM (che potete rileggere sotto nel grafico, se seguite la linea di colore azzurro chiaro)
  • Gli ordinativi all’industria

Da tutti, in modo univoco, ricaviamo un segnale di rallentamento dell’economia. Il fatto che ci ha colpito (e non ha colpito soltanto noi, come vi abbiamo mostrato mercoledì scorso) è che oltre ai dati reali dell’economia, ai dati cosiddetti hard, nelle ultime settimane che i dati soft, gli indici di sentimenti e di fiducia, hanno iniziato a piegare verso il basso.

Ieri, nel nostro contributo, abbiamo messo in luce il fatto che la fiducia può avere un impatto anche sui dati hard: ed abbiamo portato l’esempio dell’andamento dell’occupazione. E questo ci riporta al dato in uscita oggi, che probabilmente non ci porterà una forte sorpresa nel suo valore assoluto (120 mila nuovi occupati circa) ma che verrà letto, da tutti gli operatori di mercato, proprio nel senso che dicevamo sopra, ovvero come un indice della maggiore oppure minore fiducia delle Società americane nel futuro dell’economia.

Se ritorniamo agli indici ISM pubblicati in settimana, la fiducia nella crescita dell’economia è decisamente in calo (la linea di colore azzurro chiaro nel grafico) e a fronte di questo la fiducia che si esprime in Borsa attraverso i prezzi di recente si è mossa nella direzione opposta (la linea di colore blu scuro nel grafico). Una situazione molto anomala, ci dice il grafico in basso, e quindi degna dell’approfondimento che Recce’d ha offerto ai lettori durante la settimana che si chiude oggi. Stiamo assistendo ad una specie di sfida: uno dei due indici è sbagliato, e bisognerà stare a vedere, nelle prossime settimane, quale dei due è più forte. Che a nostro giudizio, poi, significa capire quale dei due indici ha sotto di sé, come indispensabile sostegno, la forza dei fatti.

usa-ism-sp500

Fonte: CNBC

 

Nel daily dedicato ai Clienti, The Morning Brief, di oggi 5 luglio 2019, abbiamo trattato i seguenti temi:

  1.  Riapre a 3000 punti l’indice S&P 500: ma in Borsa si respira tutt’altro che euforia
  2.  La notizia di Lagarde getta benzina sul fuoco dei rendimenti delle obbligazioni, in una autentica fase di panico
  3.  Oggi dagli USA i dati per occupati e salari
  4.  SEZIONE L'OPERATIVITA' - questa settimana sul piano operativo ci occupiamo di utili delle Società quotate in Borsa
  5.  SEZIONE L'ANALISI - il tema della nostra Analisi sarà questa settimana la crescita dell’economia negli Stati Uniti

recced-logo_1

La titolarità dell'analisi che qui riportiamo è dell'autore della stessa, e l'editore - che ospita questo commento - non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà
Tutti gli articoli su: recced
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Il Reddito di cittadinanza è il nuovo sussidio contro la povertà. Lo si potrà richiedere dal 6 marzo 2019 e verrà distribuito a partire dal 27 aprile. Destinatari, requisiti e importi Continua »

da

ABCRisparmio

APE volontaria: come funziona (requisiti, calcolo e domanda)

APE volontaria: come funziona (requisiti, calcolo e domanda)

Ape volontaria è un anticipo sulla pensione di vecchiata. La si può ottenere per un massimo di 3 anni e 7 mesi fino al raggiungimento dell'età pensionabile. Continua »