NAVIGA IL SITO

Il Giappone è un mercato da monitorare

di Redazione Soldionline 15 lug 2016 ore 14:08 Le news sul tuo Smartphone

A cura di Brad Tank, Chief Investment Officer Fixed Income in Neuberger Berman

Il tema su cui tutti si stanno interrogando è: come è possibile migliorare la crescita? Sfortunatamente, sebbene le banche centrali possano essere di sostegno, non riescono ad affrontare questo tema da sole. Già 5 anni fa l’allora presidente della Fed, Ben Bernanke, parlava dei limiti della politica monetaria. Le principali banche centrali sono riluttanti a perseguire aggressivamente una politica di tassi d'interesse negativi per stimolare la crescita, quindi restano scarse opzioni a loro disposizione.

Dopo il voto a favore della Brexit ci siamo chiesti cosa si potesse fare per sciogliere l’impasse economico. Riteniamo che uno dei mercati chiave da monitorare sia il Giappone.

giappone_6Il brusco rialzo dello yen giapponese è uno degli effetti più problematici dell’esito del referendum. Lo yen è stato a lungo visto come una valuta rifugio e così recentemente ha raggiunto livelli mai visti dal 2014 ad oggi, minando i progressi fatti con l’Abenomics.

In un simile contesto, riteniamo possibile che il Giappone possa essere il primo Paese ad introdurre lo step successivo del programma di Bernanke, ovvero l’helicopter money, termine coniato da Milton Friedman per descrivere la politica delle banche centrali che, invece di fare affidamento su di uno stimolo indiretto attraverso le banche, mette il denaro direttamente nelle mani dei consumatori.

Naturalmente una banca centrale non può applicare una manovra del genere per conto proprio. Ha bisogno della collaborazione dei vertici dell’esecutivo e del parlamento. Ciò rende il compito più arduo ma offre anche il vantaggio di portare governi ed economie verso riforme strutturali. Queste potrebbero comprendere una maggiore efficienza economica con la semplificazione dei codici fiscali, riducendo o velocizzando la normativa, chiari ostacoli ad una crescita salutare.

Il successo in Giappone potrebbe incoraggiare ad agire altrove. A rischio di esagerare, questo potrebbe rivelarsi invece un punto di svolta in quello che è diventato un viaggio molto lungo verso una ripresa economica globale apprezzabile.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: giappone