NAVIGA IL SITO
Home » Analisi di Scenario » Il 2019 sarà un altro anno complicato per gli investimenti

Il 2019 sarà un altro anno complicato per gli investimenti

Ora che l’onda della politica monetaria accomodante a poco a poco si ritrae, i mercati globali si preparano ad affrontare un altro anno complicato

di Redazione Soldionline 21 dic 2018 ore 10:56

Le ultime riunioni delle banche centrali del 2018 hanno definito la politica monetaria di USA, Europa, Giappone e Gran Bretagna nei prossimi mesi.

schema-investimentoLe indicazioni più importanti sono arrivate dalla FED, che ha aumentato i tassi di interesse di un quarto di punto percentuale ma ha rivisto il ritmo dei rialzi stimato per il 2019. Una situazione che ha scatenato nuove vendite a Wall Street: i principali indici statunitensi hanno registrato il peggiore mese di dicembre degli ultimi anni e hanno azzerato il rialzo faticosamente costruito nel corso del 2018.

Su queste basi il 2019 si annuncia come un altro anno complicato sui mercati finanziari.

Nell'analisi seguente gli esperti di Generali Investments forniscono le proprie linee guida sulla strategia di investimento nei primi mesi del prossimo anno.

 

Ora che l’onda della politica monetaria accomodante a poco a poco si ritrae, i mercati globali si preparano ad affrontare un altro anno complicato.

 

Il 2019 sarà comunque molto diverso dal 2018: alla luce del previsto rallentamento dell'economia americana, la Fed si prenderà una pausa in estate, se non prima.

Di conseguenza, terminerà la profonda divergenza tra aree geografiche che abbiamo visto quest’anno, e con essa il rally molto forte del dollaro. Ciò dovrebbe ridurre lo stress su alcuni mercati emergenti, ammesso che la decelerazione dell’economia mondiale rimanga graduale.

 

Mentre l'economia americana festeggerà presto il suo ciclo più lungo di sempre, i timori di una recessione non svaniranno. Questo creerà un'asimmetria che nuocerà agli asset più rischiosi: poche possibilità di crescita, forti rischi di calo.

 

Eppure, al momento c'è troppo pessimismo sulla crescita dell’economia globale - e in particolar modo quella europea: il crollo dell’azionario a fine anno ha creato condizioni di acquisto.

Incominceremo l’anno con un cauto sovrappeso su azioni e credito, e come in tutte le fasi avanzate del ciclo, anche nel 2019 la qualità sarà il criterio fondamentale.

Manteniamo una posizione lunga in liquidità, e corta sulle obbligazioni governative europee. Siamo flessibili per quanto riguarda la duration, e crediamo sia migliore gestirla attraverso i derivati.

La titolarità dell'analisi che qui riportiamo è dell'autore della stessa, e l'editore - che ospita questo commento - non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà.
Tutti gli articoli su: previsioni 2019 , strategie di investimento
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Rdc 2019: a chi spetta e i requisiti per ottenere il Reddito di cittadinanza

Rdc 2019: a chi spetta e i requisiti per ottenere il Reddito di cittadinanza

Il Reddito di cittadinanza è il nuovo sussidio contro la povertà. Lo si potrà richiedere dal 1° marzo 2019 e verrà distribuito a partire dal mese di aprile Continua »

da

ABCRisparmio

Pensioni: Quota 100 spiegata in pochi minuti

Pensioni: Quota 100 spiegata in pochi minuti

Quota 100 è un sistema che consente la possibilità di accedere alla pensione nel momento in cui la somma tra età anagrafica e contributi versati è pari ad almeno 100 Continua »