NAVIGA IL SITO

I mercati guardano a Brexit e guerra commerciale

La prossima settimana è in programma l'ultima riunione della BCE presieduta da Mario Draghi. Tuttavia, l'attenzione degli operatori è rivolta prevalentemente alla Brexit e alla guerra commerciale

di Redazione Soldionline 18 ott 2019 ore 11:30

La prossima settimana è in programma l'ultima riunione della BCE presieduta da Mario Draghi, il cui mandato verrà ricordato per l’espressione “tutto il necessario”, come evidenziato da Stefan Scheurer - Director Global Capital Markets & Thematic Research di Allianz Global Investors.
Tuttavia, come evidenziato nell'analisi seguente, l'attenzione degli operatori è rivolta prevalentemente agli sviluppi della Brexit e alla guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina. A questo proposito Stefan Scheurer ritiene che nel caso in cui le tensioni su questi due scenari dovessero attenuarsi "nelle prossime settimane il premio per l’incertezza politica potrebbe diminuire supportando il mercato azionario globale".

 

brexit_5Ora che il FMI e la Banca Mondiale hanno nuovamente rivisto al ribasso le previsioni per la crescita globale, negli USA l’attenzione si sposterà sull’indice dei responsabili degli acquisti di Markit per il settore manifatturiero, in uscita giovedì. Rispetto all’indice ISM, il Markit dipinge un quadro della situazione attuale dell’economia domestica. Anche i nuovi ordinativi di beni di consumo durevoli, indicatore anticipatore della domanda industriale, potrebbero offrire spunti interessanti (sempre giovedì). Al contempo, la prossima settimana la stagione di pubblicazione degli utili delle società statunitensi per il terzo trimestre entrerà nel vivo.

Nell’area euro, giovedì conosceremo i PMI preliminari e la decisione della Banca Centrale Europea sui tassi. Per quanto riguarda la BCE, dopo il consistente pacchetto di misure espansive proposto dal Presidente Draghi a settembre, non si prevedono nuovi annunci alla prossima riunione. Si tratterà dell’ultima sessione presieduta da Draghi, il cui mandato verrà ricordato per l’espressione “tutto il necessario”. In Germania, tutti gli occhi saranno puntati sull’indice della fiducia delle imprese ifo (venerdì). Quanto al Regno Unito, le trattative sulla Brexit proseguiranno anche dopo il summit dell’Unione Europea del 17 e 18 ottobre qualora il confronto fra le parti si concludesse con un nulla di fatto. Tuttavia, se – a sorpresa – venisse raggiunto un compromesso, il parlamento britannico potrebbe metterlo ai voti già sabato 19 ottobre.

Gli indicatori sul posizionamento a breve termine suggeriscono attendismo da parte degli investitori. In base al sondaggio dell’American Association of Individual Investors (AAII), nelle ultime quattro settimane la percentuale di “orsi” è cresciuta dal 28% al 44%, mentre la percentuale di “tori” è scesa ai minimi da maggio 2016. Al contempo, i rapporti put-call hanno temporaneamente raggiunto i livelli più elevati da aprile 2010. Il data provider EPFR sostiene infatti che i fondi globali obbligazionari e del mercato monetario hanno registrato entrate nette totali superiori a 860 miliardi dollari da inizio anno (di cui quasi 22 miliardi nella scorsa settimana), anche se il volume aggregato dei bond in circolazione con rendimenti negativi si attesta a oltre 14.000 miliardi di dollari. Se davvero le tensioni sulla Brexit e sulla guerra commerciale si attenueranno, nelle prossime settimane il premio per l’incertezza politica potrebbe diminuire supportando il mercato azionario globale, soprattutto in caso di ulteriore allentamento delle politiche monetarie a livello internazionale.

 

La titolarità dell'analisi che qui riportiamo è dell'autore della stessa, e l'editore - che ospita questo commento - non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà.
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

ABCRisparmio

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

La lotteria degli scontrini è una delle manovre che secondo l’attuale esecutivo dovrebbe favorire il riemergere di una certa parte di sommerso. Vediamo cos’è e come funziona Continua »