NAVIGA IL SITO

Guida di sopravvivenza per i trader di bitcoin e criptovalute

Nel 2018 il mercato delle criptovalute ha registrato una correzione di circa il 70%, con il bitcoin che trascinato in basso l’intero comparto precipitando sotto la soglia psicologica dei 6.000 dollari

di Redazione Soldionline 28 giu 2018 ore 10:47

La prima metà del 2018 è stata caratterizzata dalla forte correzione subita dal bitcoin. Dopo aver superato quota 20mila dollari lo scorso dicembre, la principale criptovaluta è scivolata fin sotto la soglia psicologica dei 6mila dollari.

 

Questo trend ha causato pesanti perdite per numerosi investitori, molti dei quali neofiti nel campo del trading.

Come reagire, quindi, in una situazione di questo tipo? Matteo Oddi di Exante ha proposto quattro regole che ogni crypto-trader dovrebbe seguire durante un mercato ribassista.

 

Nel 2018 il mercato delle criptovalute ha registrato una correzione di circa il 70%, con il bitcoin che trascinato in basso l’intero comparto precipitando sotto la soglia psicologica dei 6.000 dollari dopo aver superato brevemente quota 20.000 dollari a dicembre.

 

criptovaluta-bitcoinE insieme alla compressione dei volumi di scambio si è registrata una forte riduzione della volatilità, che ha convinto parecchi trader retail ad abbandonare questo settore.

Al momento è difficile trovare un consenso nelle letture di quanto sta accadendo sul mercato.

 

Secondo alcuni osservatori stiamo semplicemente vivendo “un preludio all’entrata della liquidità degli investitori istituzionali che aspettano segnali positivi dal fronte della regulation”, per usare le parole di Anatoliy Knyazev del broker Exante.

Invece Todd Gordon, fondatore TradingAnalysis.com, sostiene che il bitcoin dovrà sprofondare a 4.000 dollari prima di poter sperare in un rimbalzo che nel migliore dei casi riuscirà a portarlo a 10.000 dollari entro la fine dell’anno.

Eppure anche queste fasi possono essere un’occasione per migliorare la propria performance operativa.

 

Ecco quattro regole che ogni crypto-trader dovrebbe seguire durante un mercato ribassista.

 

Investire nella conoscenza

Sebbene il trading di criptovalute sia associato solitamente alla rapidità dei tweet e dei gruppi Telegram, non esiste nessun investimento migliore che leggere libri su temi cruciali come il funzionamento della blockchain, il Lightning Network, i vari protocolli di mining, oppure approfondire i white paper dei progetti più interessanti o ancora studiare l’interpretazione degli indicatori dell’analisi tecnica e dell’analisi fondamentale.

 

Evitare di effettuare troppe operazioni

Mai scordare che l’overtrading è uno dei modi più sicuri per generare delle perdite o fare regali agli exchange sotto forma di commissioni. Non sta scritto da nessuna parte che bisogna fare trading ogni giorno o a cadenza settimanale e anzi si rischia di perdere di vista l’obiettivo numero uno: la preservazione del capitale (un chiaro segnale che delimita il confine tra i dilettanti che improvvisano e i trader professionisti).

 

Non investire più di quanto si è disposti a perdere

E' un errore molto noto, che comunque colpisce ancora una buona fetta di gente. Di buona norma i trades dovrebbero essere aperti e chiusi quando arrivano i momenti giusti, e il momento giusto non è certo legato al bisogno individuale di denaro.

 

Programmare in anticipo la gestione del rischio

Data la forte correlazione tra il prezzo del bitcoin e quello degli altri asset crittografici, spesso ci si può ritrovare ad applicare il risk management subito dopo un dump generalizzato del mercato. Ma il metodo migliore per difendersi è semmai programmare questa eventualità in anticipo durante le fasi rialziste, magari accumulando posizioni in in BTC o USDT di Tether. Dopotutto ormai è chiaro anche alla community di appassionati di criptovalute che nessun bull market è per sempre.

 

La titolarità dell'analisi che qui riportiamo è dell'autore della stessa, e l'editore - che ospita questo commento - non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà.
Tutte le ultime su: bitcoin
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Cosa è il Durc e a chi serve

Il Durc (Documento Unico di Regolarità Contributiva), serve ad attestare la regolarità dei versamenti dovuti a Inps e Inail

da

ABCRisparmio

Come funziona la rottamazione delle cartelle e quali debiti riguarda

Come funziona la rottamazione delle cartelle e quali debiti riguarda

La rottamazione delle cartelle consente di estinguere i debiti iscritti a ruolo dall’Agenzia delle Entrate e Riscossione senza pagare sanzioni o interessi di mora Continua »