NAVIGA IL SITO

Da GAM alcune idee di investimento sul 2015

I gestori di GAM hanno diffuso nelle scorse ore alcuni spunti di investimenti per l’anno nuovo. Non mancano opportunità, sia nel comparto obbligazionario che in quello azionario

di Redazione Soldionline 18 dic 2014 ore 12:37

2015_3I gestori di GAM, società del gruppo elvetico di asset management GAM Holding, hanno diffuso nelle scorse ore alcuni spunti di investimenti per l’anno nuovo. Non sembrano mancare opportunità interessanti, sia nel comparto obbligazionario che in quello azionario.

Per quanto riguarda il primo settore Tom Mansley, gestore del GAM Star MBS Fund, punta sui titoli assistiti da garanzia ipotecaria, (MBS):

Alcuni investitori ancora non si fidano della classe di investimento degli MBS. Si tratta di un errore, in quanto non solo il mercato degli MBS è cambiato, ma questi strumenti forniscono anche una grande opportunità per rimediare ai deludenti rendimenti delle obbligazioni tradizionali. Il mercato degli MBS USA è vasto: con 7000 miliardi di USD rappresenta il 30% del mercato obbligazionario statunitense e il 15% di quello globale, secondo solo ai Treasury USA. Questo mercato è oggi molto più solido ed ha un rischio sistematico decisamente inferiore, grazie a migliori standard di indebitamento e a un nuovo approccio di rating. L'attuale situazione di offerta limitata e domanda in crescita per le obbligazioni MBS non emesse da agenzie federali consente di ottenere guadagni in conto capitale interessanti, e ci aspettiamo che il mercato dei titoli non emessi da agenzie federali conosca una forte ripresa con il ritorno degli investitori.

Tra le obbligazioni meritano una menzione anche i cosiddetti Cat Bonds, le obbligazioni catastrofe. John SEO, gestore del GAM Star Cat Bond Fund, evidenzia che:

Prevediamo che l'emissione di cat bond aumenterà del 25% nel 2015, in quanto il mercato delle assicurazioni contro le catastrofi è in continua transizione da un modello che si auto-sostiene a un modello finanziario orientato al mercato dei capitali. Trainato in parte da tendenze climatiche mutevoli, i rischi di catastrofe stanno crescendo rapidamente e hanno dato origine a perdite significative nelle coperture assicurative rispetto al value at risk economico ("lacune dovute ai disastri"). Tali lacune si attestano al momento fra USD 300 miliardi e 500 miliardi a livello globale e, unite a regole di adeguatezza patrimoniale sempre più severe per gli assicuratori (come l'imminente Solvency II), stanno portando gli assicuratori ad associarsi con fonti di capitale esterne che li aiutino a sopportare il peso delle sempre maggiori perdite dovute a catastrofi. I cat bond e gli altri titoli collegati alle assicurazioni (ILS) coprono oggi poco meno del 10-12% del fabbisogno patrimoniale. Questo notevole deficit sta alimentando una crescita straordinaria nella classe di investimento.

Tornando alle obbligazioni più tradizionali Anthony Smouha, gestore del GAM Star Credit Opportunities, consiglia i debiti bancari junior:

L'importanza della BCE in qualità di supervisore de facto del settore bancario europeo non deve essere sottovalutata: essa ha il doppio ruolo di «bastone e carota» per migliorare la solvibilità delle banche, ridurre il rischio di sistema e dunque esercitare un'influenza positiva sui prezzi delle obbligazioni bancarie junior. Le disposizioni di Basilea 3 sono entrate in vigore il 1º gennaio 2014 e fino alla completa applicazione delle nuove regole, che avverrà gradualmente tra il 2014 e il 2019, le banche aggiungeranno gradualmente buffer al loro capitale proprio per poter far fronte alle crisi e alle flessioni future. Man mano che le banche diverranno più sicure, lo stesso succederà anche al loro debito junior; ciò è positivo per le obbligazioni subordinate e dovrebbe fornire sostegno per un ulteriore aumento degli utili di capitale.

Infine uno spunto sull’azionario. Mark Hawtin, gestore di portafoglio del GAM Star Technology Fund, parla delle società del settore “Mobilità e marketing”:

La gestione della mobilità aziendale (EMM) rappresenta un interessante sotto-segmento tecnologico, che sta prendendo piede grazie alla tendenza dei consumatori a portare al lavoro i propri dispositivi (BYOD). Le aziende di questo settore mettono a disposizione l'infrastruttura necessaria per facilitare il BYOD, addebitando in cambio una commissione per ogni dispositivo. Entro tre anni vi saranno 800-900 milioni di dispositivi in uso, pari a USD 40 miliardi in termini di opportunità di mercato per le imprese del comparto EMM. I «giganti» di questo mercato sono IBM e SAP, anche se entrambi stanno perdendo quote di mercato a vantaggio dei nuovi operatori AirWatch, Good Technology e MobileIron. Un secondo comparto emergente è costituito dal marketing e dalla pubblicità in campo tecnologico, che sono stati influenzati dagli sviluppi dei social media. I prodotti software stanno aiutando le imprese a orientare e quantificare le proprie attività di marketing nei confronti dei clienti in modo più preciso ed efficiente. Si tratta di un settore da 1000 miliardi di USD a livello mondiale, e noi stiamo scommettendo su questo tema attraverso la nostra posizione in Marketo, azienda di software per l'automazione del marketing in rapida crescita.
Tutte le ultime su: previsioni 2015 , gam
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Chi e per cosa si può utilizzare NoiPA

NoiPA è la piattaforma digitale per la gestione del personale e degli stipendi del settore pubblico.

da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »