NAVIGA IL SITO

FCA-Renault, gli sviluppi strategici e finanziari

Secondo Roberto Russo (Assiteca SIM) questa operazione rappresenta la conferma dell’attuale forte sconto tra prezzo di mercato e valore intrinseco del gruppo guidato da Mike Manley

di Redazione Soldionline 28 mag 2019 ore 10:25

Fiat Chrysler Automobiles ha ufficializzato la proposta di una fusione con Renault. Il progetto potrebbe essere discusso già la prossima settimana dal colosso automobilistico francese.
L’operazione è stata promossa dai mercati, sulla base delle performance messe a segno nella seduta di lunedì 27 maggio dai due gruppi. In particolare, secondo Roberto Russo, amministratore delegato di Assiteca SIM, questa operazione rappresenta la conferma dell’attuale forte sconto tra prezzo di mercato e valore intrinseco del gruppo guidato da Mike Manley.
Nell’analisi seguente Roberto Russo analizza quali potrebbe essere gli sviluppi strategici e finanziari dell’integrazione tra i due colossi automobilistici.

 

fca-renaultLa proposta di fusione ufficialmente presentata dai vertici di FCA al gruppo Renault rappresenta l’ultimo tassello del progetto disegnato dal “visionario” Sergio Marchionne nel lontano 2004, quando dichiarò che nel mercato dei produttori automobilistici ci sarebbe stato spazio solo per pochi produttori molto forti i quali sarebbero stati grado di aumentare i margini facendo economie di scala e di investire enormi somme di denaro nella ricerca e nelle nuove tecnologie, che nel caso delle auto sono particolarmente costose e complesse.


Se l’operazione di fusione tra FCA e Renault dovesse dunque andare in porto, nascerebbe il terzo gruppo automobilistico al mondo (all’interno del quale ciascuna società peserebbe per il 50%) con 8,7 milioni di veicoli prodotti su base annua, leader mondiale nelle tecnologie EV, nei marchi premium, nei SUV, nei pickup e nei veicoli commerciali. Il nuovo colosso dell’auto avrebbe una presenza globale più ampia e più bilanciata rispetto a quella che ciascuna società ha oggi individualmente; le due società sono infatti molto complementari, in quanto Renault è praticamente assente nel Nord America e la presenza di FCA in Europa rispetto al gruppo francese è del tutto marginale.


Si prevedono 5 miliardi di sinergie di costi post fusione (Marchionne docet) e, poiché la capitalizzazione attuale di FCA antecedente l’annuncio è superiore di circa 2,5 miliardi di euro rispetto a quella di Renault, è previsto lo stacco di un dividendo straordinario di pari entità a favore degli azionisti della casa italo americana prima dell’eventuale operazione straordinaria, per garantire un rapporto di concambio paritetico tra i due futuri azionisti.


In termini di valore per gli azionisti di FCA questa operazione rappresenta la conferma dell’attuale forte sconto tra prezzo di mercato e valore intrinseco del gruppo guidato da Mike Manley che, in un’ottica di medio/lungo termine, ha le potenzialità per raggiungere un prezzo per azione superiore a 20 euro, senza tenere in considerazione gli enormi vantaggi che deriverebbero dal matrimonio con Renault.

 

La titolarità dell'analisi che qui riportiamo è dell'autore della stessa, e l'editore - che ospita questo commento - non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà.
Tutte le ultime su: fiat chrysler automobiles , fca renault
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Chi e per cosa si può utilizzare NoiPA

NoiPA è la piattaforma digitale per la gestione del personale e degli stipendi del settore pubblico.

da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »