NAVIGA IL SITO

E allora: i tassi Usa salgono o scendono?

Il contrasto tra i dati dell’economia reale, da un lato, e i movimenti dei mercati finanziari, dall’altro, mette la Fed in una posizione di grave imbarazzo nella gestione della politica monetaria USA

di Valter Buffo 9 gen 2019 ore 08:50

Commento giornaliero di recce-d.com

 

federal-reserveOggi, negli Stati Uniti, verranno pubblicati i verbali della più recente riunione della Federal Reserve, dopo di che in settimana si ascolteranno sia il Chairman della Fed, Jay Powell, sia il suo vice, Clarida. Si tratterà, con ogni probabilità, dei punti di svolta per l’intera settimana, dopo che venerdì scorso i dati per la disoccupazione ed i salari hanno messo uno stop alle crescenti angosce a proposito di una imminente recessione negli Stati Uniti. Leggiamo come il Wall Street Journal ha presentato questi appuntamenti:

Federal Reserve officials, after navigating the U.S. economy through the financial crisis and its rebound, face a fresh test in 2019: engineering an economic soft landing. The central bank’s challenge is to manage a moderation in growth that keeps inflation contained but avoids a recession. It was a main topic at an annual economic conference in Atlanta this weekend that featured top current and former Fed officials. The Fed’s job has become more difficult as the partial federal government shutdown continues. Many economic data releases it uses to get a read on the economy, including a scheduled report this week on durable goods orders, are being delayed because of the closure. The economy has seldom looked stronger, exemplified by gangbuster job growth in December reported by the Labor Department on Friday. But stock prices and bond yields, which have fallen sharply since October, are signaling a rising risk of recession as growth in foreign economies, especially China’s, has slowed sharply. The disconnect presents the Federal Reserve with a tricky choice: focus more on the domestic economy and keep nudging interest rates higher to combat inflationary concerns, or pay greater attention to stresses abroad and in the markets, and hold rates steady or even nudge them lower.

L'estratto che abbiamo selezionato per voi a noi pare particolarmente efficace, nel mettere all’attenzione il fatto che il contrasto tra i dati dell’economia reale, da un lato, e i movimenti dei mercati finanziari, dall’altro, mette la Federal Reserve in una posizione di grave imbarazzo, a cui si aggiunge poi un secondo ostacolo, ovvero il deterioramento progressivo del quadro economico internazionale (nel grafico qui sotto, il dato pubblicato solo ieri in Germania).

Per queste ragioni, oggi tra gli analisti e commentatori si scontrano tesi del tutto opposte: c’è chi sostiene che la Fed dovrebbe fare una pausa (come già fece nel 2016) e chi all’opposto sostiene che l’economia è così forte da giustificare quattro rialzi dei tassi nel 2019.

Cercando un punto di equilibrio, il WSJ nel brano qui sopra sostiene che la Fed cercherà di pilotare l’economia USA verso un soft-landing, ma come vedete bene proprio in queste parole è implicito un taglio alle previsioni sia di crescita sia di utili nei prossimi anni. Il che ci porta a pensare che, forse, la borsa sta lanciando segnali che anticipano in modo corretto ciò che ci aspetta.

 

dati-produzione-germania-2005-2019

Fonte: Bloomberg


Nel daily dedicato ai Clienti, The Morning Brief, di oggi 9 gennaio 2019, abbiamo trattato i seguenti temi:

  • Borse sempre sotto shock, e chi ha seguito la seduta di ieri ne ha avuto una prova concreta
  • La domanda della settimana rimane per ora senza una risposta: è’ vero che i dati USA di venerdì 4 gennaio 2019 hanno capovolto le prospettive per i tassi ufficiali di interesse?
  • In Germania si discute apertamente di un rischio di recessione
  • SEZIONE L'OPERATIVITA'    questa settimana (e la prossima) sul piano operativo ci occupiamo degli utili delle Società quotate
  • SEZIONE L'ANALISI    il tema della nostra Analisi sarà questa settimana il Giappone ed i suoi grossi problemi economici e finanziari

recced-logo_1

La titolarità dell'analisi che qui riportiamo è dell'autore della stessa, e l'editore - che ospita questo commento - non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà
Tutti gli articoli su: recced , fed
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Il Reddito di cittadinanza è il nuovo sussidio contro la povertà. Lo si potrà richiedere dal 6 marzo 2019 e verrà distribuito a partire dal 27 aprile. Destinatari, requisiti e importi Continua »

da

ABCRisparmio

Quota 100 spiegata in pochi minuti

Quota 100 spiegata in pochi minuti

Quota 100 è un sistema che consente la possibilità di accedere alla pensione nel momento in cui la somma tra età anagrafica e contributi versati è pari ad almeno 100 Continua »