NAVIGA IL SITO

Dow Jones sopra quota 20.000: è davvero una cosa importante?

Così alta (e così tonda) la soglia superata dal Dow Jones ha un forte impatto psicologico. Ma oltre al dato emotivo, c'è altro di importante per gli investitori? Per chi pensa al lungo termine, probabilmente no.

di Marco Delugan 26 gen 2017 ore 15:33

Ieri il Dow Jones ha superato quota 20mila. E’ la prima volta che il principale indice di New York vola così alto. Ma oltre all’impatto psicologico di una cifra così alta e così tonda, c’è altro?

Nel senso: altro che abbia davvero importanza per chi investe in borsa? Un po’ sì e un po’ no, almeno secondo Daniel Kline di The Motley Fool.

Breve cronaca delle puntate precedenti.

dow-jones_2Il superamento di quota 20.000 era atteso da settimane. Alle elezioni dell’8 novembre, Donald Trump è stato eletto presidente degli Stati Uniti. Il 9 novembre il Dow Jones aveva chiuso a 18.589 punti, già in crescita rispetto al 18.332 del giorno precedente. Ha superato quota 19.000 il 22 novembre. Il 13 dicembre ha raggiunto 19.911, iniziando a testare quota 20mila, oscillando in una fascia di circa 250 punti fino a salire oltre quota 20mila il 25 gennaio.

Perché è accaduto e cosa potrebbe succedere adesso?

Secondo Kline, il rally degli ultimi tre mesi è dovuto principalmente all’entusiasmo con cui gli operatori di borsa hanno accolto l’elezione di Trump, soprattutto per le promesse di riduzione delle tasse e di deregulation. Trump ha inoltre inserito tra i propri collaboratori diversi esponenti di spicco di Wall Strett, oltre ad aver nominato Segretario di Stato Rex Tillerson, CEO di ExxonMobile.

E se questo è il punto, allora nulla vieta che il rally possa continuare anche nei prossimi mesi, visto che ci vorrà un po’ di tempo, e di scelte presidenziali, per capire se l’entusiasmo è stato ben riposto oppure no. Se si scoprisse che è stato mal riposto, allora parte della crescita avvenuta dal giorno delle elezioni a oggi potrebbe andare persa.

Ma 20.000, oltre all’impatto emotivo del numero, è davvero una quota importante?

Secondo Kline, in termini concreti, 20mila è solo un numero. E’ cifra tonda, e le cifre tonde, impressionano di più di altri numeri. Non per niente Giulio Verne ha intitolato il suo libro 20.000 leghe sotto i mari, e non 19.845 leghe sotto i mari. 20.000 colpisce la fantasia molto di più.

Il superamento di una soglia così alta e così tonda spinge poi gli investitori a farsi domande sul destino dei propri investimenti. Salirà ancora? Scenderà a breve? E questo rinnovato interesse fa da volano al dibattito collettivo sull’argomento. E’ come un Oscar a Wall Street, che vuol dire pubblicità, articoli, foto e interviste.

Ma è anche come un record sportivo che fa apparire poca cosa i precedenti per la grande attenzione mediatica che riceve. Mentre, a guardare bene, sostiene Kline, altri record sono stati più importanti di quest’ultimo.

Ecco una breve storia delle soglie più importanti superate dal Dow Jones.

  • Il Dow Jones ha visto la luce nel 1896.
  • Ci sono voluti 10 anni per superare i 100 punti.
  • Quasi 66 anni per superare quota 1.000 punti (novembre 1972).
  • Quota 15mila è stata raggiunta nel maggio del 2013.
  • Circa un mese fa è stata raggiunta quota 19mila.
  • Ieri, 25 gennaio 2017, è stata superata quota 20.000

Quota 20mila è un evento, va bene. Ma i circa 14 anni tra quota 10mila (marzo 1999) e 15mila fanno di quota 15.000, secondo Kline, una soglia molto più rilevante. Poi, per un investitore di lungo periodo come Kline, più che i movimenti del breve, quello che conta è la prospettiva delle aziende dove avete investito.

E come diceva qualche mese fa Warren Buffett, nessun presidente può davvero influire su queste cose nel lungo termine.  

Tutte le ultime su: dow jones , wall street
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.