NAVIGA IL SITO

Contesto sfidante per i mercati azionari. Come investire in Italia e in Europa

Gli esperti di Anima hanno segnalato che la contrazione dei tassi di interesse determina una maggiore attrattività per il mercato azionario italiano. Quali strategia di investimento adottare?

di Redazione Soldionline 10 set 2019 ore 14:30

“L’incertezza macroeconomica e geopolitica continua a rendere sfidante il contesto per i mercati e quindi per le scelte di investimento”. È quanto sostengono gli esperti di Anima, sulla base dei recenti sviluppi politici internazionali (tensioni commerciali tra USA e Cina) e italiani (crisi di governo e nuovo esecutivo guidato ancora da Giuseppe Conte ma  sostenuto da M5S e PD).
In particolare, gli esperti hanno segnalato che la contrazione dei tassi di interesse determina una maggiore attrattività per il mercato azionario italiano.
Sulla base di queste considerazioni, nell’analisi seguente gli esperti forniscono alcune indicazioni di investimento su Borsa Italiana e sulle principali piazze finanziarie europee. 

 

investimenti-europaL’incertezza macroeconomica e geopolitica continua a rendere sfidante il contesto per i mercati e quindi per le scelte di investimento. Nell’ultimo mese gli sviluppi politici sono ritornati protagonisti: da un lato, il riaccendersi delle tensioni commerciali fra Stati Uniti e Cina, con la dichiarazione da entrambi le parti di nuovi/maggiori dazi, dall’altro, l’inaspettata crisi di governo italiana, messa in moto ad agosto dall’ex vice-premier Matteo Salvini, leader della Lega.
Per quanto riguarda il primo punto stanno diventando sempre più visibili gli effetti dello scontro commerciale Usa-Cina sull’andamento della crescita economica. In merito, invece, alla situazione domestica, dopo alcune settimane di instabilità, mercati e investitori hanno accolto positivamente la nascita del neo governo battezzato “Conte bis”, figlio della nuova alleanza tra Movimento Cinque Stelle e Partito Democratico.
Positiva la reazione dei mercati finanziari con il rendimento dei Btp decennali che ha toccato i minimi degli ultimi dieci anni, con rendimenti intorno allo 0,80% (Grafico 1) e con lo spread verso il Bund tedesco in area 150 punti base (Grafico 2).

rendimenti-titoli-decennali-a-confronto

spread-btp-verso-bund-10-anni

 

Italia: il minor rischio politico gioca a favore

Si ritiene che l’attuale contrazione dei tassi determini una fase di attrattività per il mercato azionario domestico, oltre ad aumentare i margini di manovra del governo nella stesura della prossima legge di bilancio 2020, in quanto la spesa per gli interessi si sta sensibilmente riducendo. Il movimento in discesa dei tassi ha quindi profonde ripercussioni nell’allocazione all’interno dei portafogli dei nostri fondi, che puntano su Piazza Affari: se da una parte è incerto che possa generare un miglioramento delle prospettive di crescita, dall’altro è più prevedibile un impatto positivo sulle quotazioni, per effetto della riduzione del fattore di attualizzazione dei flussi di cassa.
Pertanto sono state incrementate le posizioni su titoli che presentano profili difensivi con ottima generazione di cassa e dividendi interessanti e potenzialmente crescenti (ad es. utilities, infrastrutture, trasversalmente ai settori titoli ad alto dividendo). Riteniamo, d’altro canto, che le ripercussioni della guerra commerciale in atto, insieme ad un contesto macro con scarsi segnali di miglioramento, siano ancora sottostimate in alcuni comparti (es. industriali, settori più ciclici), su cui rimaniamo sottopesati. Prudentemente, i forti rialzi realizzati da inizio anno ci hanno indotto nelle ultime settimane ad alcune prese di beneficio, in particolare per quei titoli dove i forti rialzi non sono stati accompagnati da un aumento degli utili. Il posizionamento resta neutrale.

 

Europa: il giudizio si mantiene di neutralità

La view sui mercati azionari si conferma neutrale e a maggior ragione sulle Borse europee. Cresce l’importanza di una gestione tattica dell’esposizione direzionale del mercato: la stagionalità negativa e il deterioramento macroeconomico, prezzato solo in parte, sono fattori di rischio, ma eventuali progressi sul fronte degli stimoli fiscali potrebbero migliorare il sentiment degli investitori. Massima attenzione per la selezione dei titoli, con la dispersione anche intra-settoriale in aumento.

 

La titolarità dell'analisi che qui riportiamo è dell'autore della stessa, e l'editore - che ospita questo commento - non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà.
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Reddito di residenza attiva: 700 euro al mese per trasferirsi in Molise

Reddito di residenza attiva: 700 euro al mese per trasferirsi in Molise

Ma bisogna anche viverci davvero e soprattutto avviare una attività economica. In questa guida ecco come funzionerà il cosiddetto "Reddito di residenza attiva" Continua »

da

ABCRisparmio

Cuneo fiscale: cos’è e perché tagliarlo

Cuneo fiscale: cos’è e perché tagliarlo

Ne sentiremo parlare nei prossimi mesi. Perché la riforma del cuneo fiscale fa parte del programma del nuovo governo. Vediamo cos'è il cuneo fiscale e perché tagliarlo Continua »