NAVIGA IL SITO
Home » Analisi di Scenario » Cina in vacanza: ma non è una festa

Cina in vacanza: ma non è una festa

Tutti i dati recenti, ed in modo particolare quelli pubblicati il weekend appena trascorso, non sono favorevoli e segnalano un rallentamento della crescita economica cinese

di Valter Buffo 3 ott 2018 ore 10:13

Commento giornaliero di recce-d.com

 

cina_7Come molti sanno, fino a venerdì resteranno chiusi per Festività nazionale i mercati finanziari della Cina: i segnali arrivati da Hong Kong, nelle ultime due sedute, ci dicono però di un clima che non è... festoso. Ed anche se diamo uno sguardo al cambio dello yuan contro dollaro USA, notiamo segnali di tensione, e precisamente un ritorno verso quella quota 7 che costrinse le autorità cinesi all’intervento sul mercato dei cambi, solo poche settimane fa (primo grafico sotto). La ragione è presto spiegata: tutti i dati recenti, ed in modo particolare quelli pubblicati il weekend appena trascorso, non sono favorevoli e segnalano un rallentamento della crescita economica. Ecco spiegata la ragione per la quale in molti si domandano se potrebbe ripresentarsi una crisi come quelle viste negli anni 2015 e poi 2016

 

In early 2018, China remained a zone of firm growth in an emerging world that was clearly reacting badly to the rising dollar. However, the very weak domestic demand data published in May have shaken market confidence. Consumption and investment appear to be slowing. Deleveraging, it is feared, might cause a recession in domestic demand, just at the moment when US tariffs on Chinese exports will weaken the foreign trade sector. Chinese equities have dropped 23 per cent from the peak and the renminbi has fallen 6 per cent against the dollar. So is the Chinese zone of stability now becoming a new source of idiosyncratic risk to the global economy?

 

Gran parte del dibattito, oggi, si concentra su questo: se il Governo e la Banca Centrale PBOC hanno le leve, gli strumenti, e la forza per contrastare questo momento di fiacca della crescita. E qui, sorgono seri dubbi:

  • da un lato, il Governo non può fare leva su un maggiore indebitamento degli Enti Pubblici, perché proprio contro l’eccesso di debito interno è stata avviata una politica di “stretta monetaria” (secondo grafico in basso);
  • dall’altro, la Banca Centrale deve frenare i propri interventi sulla liquidità, perché l’aumento della liquidità in circolazione fa scendere il cambio, ed anche qui è stata avviata una politica che punta a contenere la svalutazione del cambio.

 

Until early 2018, the stance of monetary policy was clearly tightening. Interest rates were rising, growth in shadow bank credit was falling rapidly, and the exchange rate was appreciating. However, the slowdown in domestic demand, the threat of US tariffs and clear signs of stress in Chinese credit and loan markets have led to a marked change in stance. On June 20, the State Council announced that monetary policy would be eased, thus underlining that the authorities’ strategy to reduce leverage and improve the quality of growth is still subject to a downside limit on growth of about 6.0-6.5 per cent.  The PBoC swiftly reduced reserve requirement ratios and policy interest rates in late June. The cut in RRRs is intended to finance a rise in bank lending to small enterprises, which have been squeezed by the drop in shadow banking. In addition, debt/equity swaps are being encouraged to reduce corporate leverage ratios. This easing in the monetary stance has resulted in a sharp decline in the renminbi exchange rate, especially against the dollar. The PBoC has specifically denied that this is intended to offset the effects of US tariffs on China’s exports, but these claims should be treated with considerable scepticism.

 

tasso-cambio-effettivo-dollaro-yuan-2014-2018

Fonte: Haver

 

politica-monetaria-cina-tassi-cambio-2015-2018

Fonte: Haver

 

Nel daily dedicato ai Clienti, The Morning Brief, di oggi 3 ottobre 2018, abbiamo trattato i seguenti temi:

  • Il test di 1,1500 da parte del cambio dollaro/euro è di particolare importanza, visti i dati attesa dagli Stato Uniti dopodomani
  • Sui mercati globali pesano anche le incertezze europee (non soltanto quelle italiane)
  • In Asia stamattina ancora in ribasso Hong Kong
  • SEZIONE L'OPERATIVITA'    questa settimana sul piano operativo ci occupiamo dell’euro e delle sue prospettive
  • SEZIONE L'ANALISI    il tema della nostra Analisi sarà questa settimana la situazione degli Emergenti: se l’intervento del FMI in Argentina ha fallito gli obbiettivi, adesso che cosa ci aspetta?

 

recced-logo_1

La titolarità dell'analisi che qui riportiamo è dell'autore della stessa, e l'editore - che ospita questo commento - non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà
Tutti gli articoli su: recced , cina
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Il certificato di malattia per il lavoro: cos'è e come si richiede

Il certificato di malattia per il lavoro: cos'è e come si richiede

Il certificato di malattia rappresenta il documento che attesta la temporanea impossibilità al lavoro. È redatto dal medico curante, il quale provvederà a inviarlo all’INPS Continua »

da

ABCRisparmio

Pensioni: Quota 100 spiegata in pochi minuti

Pensioni: Quota 100 spiegata in pochi minuti

Quota 100 è un sistema che consente la possibilità di accedere alla pensione nel momento in cui la somma tra età anagrafica e contributi versati è pari ad almeno 100 Continua »