NAVIGA IL SITO

Che cosa ci sta dicendo il “Mercato”?

Il focus degli operatori è suddiviso tra le attese delle prossime mosse delle banche centrale e l’evoluzione del braccio di ferro tra Cina e Stati Uniti in ambito commerciale.

di Redazione Soldionline 28 giu 2019 ore 11:42

Nell’attuale fase il focus degli operatori dei mercati finanziari è suddiviso tra le attese delle prossime mosse delle banche centrale e l’evoluzione del braccio di ferro tra Cina e Stati Uniti in ambito commerciale.

Questo scenario ha avuto impatti importanti: da una parte si è assistito al significativo calo dei rendimenti delle obbligazioni governative, dall’altro il mercato azionario ha confermato il trend positivo, con gli indici USA vicini ai massimi storici.

Nell’analisi seguente Stefan Rondorf - Senior Investment Strategist, Global Economics & Strategy di AllianzGI – ha fornito indicazioni più dettagliate sulla possibile evoluzione dell’attuale scenario

 

analisi-economiaMentre il mondo si divide fra le speranze di un maggiore sostegno delle Banche Centrali e le incertezze circa lo scontro commerciale sino-americano, vale la pena analizzare le attese implicite nei prezzi di mercato.

 

Colpisce, in particolare, il significativo calo dei rendimenti delle obbligazioni governative, che nel caso dei Bund a lunga scadenza hanno raggiunto i minimi storici.

E gli investitori del mercato monetario USA prevedono una riduzione del tasso sui Fed funds di 100 punti base entro luglio 2020. Valutazioni che riflettono prospettive economiche piuttosto fosche per i prossimi mesi: le Banche Centrali si avvarranno del proprio (limitato) spazio di manovra solo in caso di concreto rallentamento della crescita.

 

Diverso il quadro del mercato azionario: numerosi indici USA sono vicini ai massimi storici, e i rialzi percentuali a due cifre registrati da inizio anno indicano che è attesa una crescita degli utili nei prossimi trimestri. Inoltre, la probabilità di tagli dei tassi a breve sembra giustificare valutazioni più elevate.

Un’analisi più approfondita rivela però che anche gli investitori azionari sono piuttosto scettici sulla crescita futura. Oltre ai titoli tecnologici che attraggono una domanda strutturale, hanno brillato i settori difensivi come utility e produttori alimentari. Le aree più cicliche, come commodity, chimica e auto, sono andate meno bene. Nello stesso tempo, gli investitori azionari sembrano disposti ad accettare premi di valutazione elevati per fattori come la stabilità degli utili e la qualità dei bilanci.

 

Stando agli spread inferiori alla media sui corporate bond, i mercati finanziari parrebbero convinti che l’economia attraverserà una fase di debolezza, ma l'azione tempestiva ed efficace delle autorità monetarie conterrà i rischi di recessione e di default. Come camminare su una fune. Proprio l’idea di combattere ogni battuta d’arresto nella crescita con la vecchia ricetta degli stimoli delle Banche Centrali, favorisce le monete sostitutive a rendimento zero, che beneficiano del calo degli interessi reali. Se gli investitori più prudenti ricorrono all’oro come strumento di copertura nei periodi di incertezza, altri preferiscono un’esposizione speculativa a criptovalute come il bitcoin

 

Al momento è difficile delineare uno scenario coerente sulla base delle ipotesi implicite nei prezzi di mercato. Una cosa è certa, però: il denaro (delle Banche Centrali) non renderà gli investitori felici se i dati economici non miglioreranno. E i problemi geopolitici non sono certo d’aiuto. La settimana prossima avremo nuovi elementi di giudizio.

 

La titolarità dell'analisi che qui riportiamo è dell'autore della stessa, e l'editore - che ospita questo commento - non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà.
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »