NAVIGA IL SITO

Certezze in un mondo incerto? Tre idee ‘non correlate’ per un portafoglio multi-asset

Michael Spinks, portfolio manager di Investec Global Diversified Growth Fund, analizza tre idee del portafoglio multi-asset che il team classifica come ‘non correlate’

di Redazione Soldionline 4 mag 2015 ore 15:10

A cura di Investec Asset Mangament

Michael Spinks, portfolio manager di Investec Global Diversified Growth Fund, analizza tre idee del portafoglio multi-asset che il team classifica come ‘non correlate’ – queste operazioni hanno diverse relazioni con le dinamiche della crescita economica e la propensione al rischio complessiva, con una performance che generalmente non è collegata all’economia reale e alla crescita degli utili societari.

All’inizio del settimo anno di questo mercato azionario rialzista e prossimi alla fine di oltre un trentennio di mercato obbligazionario toro, alcuni investitori profetizzano la fine dei rendimenti come li conosciamo. Anche se è difficile essere in disaccordo sul fatto che i giorni degli investimenti facili siano passati, credo che rovistando abbastanza in profondità e guardandosi bene intorno, esistano ancora opportunità per gli investitori.

ideeLe fonti di rendimento ‘non correlate’ sono un’area di particolare interesse. Si tratta di opportunità d’investimento che sono in relazione variabile con le dinamiche della crescita economica e la propensione al rischio complessiva, in modo che la performance non sia generalmente collegata all’economia reale e alla crescita degli utili societari. Non dipendendo da una forte direzione del mercato per aver successo, generano un flusso di rendimento di tipo diverso dalle posizioni long-only in azioni e obbligazioni governative, offrendo il vantaggio di una possibile diversificazione al portafoglio. Le posizioni “relative value” - costruite tra azioni, obbligazioni governative e valute - giocano un ruolo interessante al riguardo.

LEGGI ANCHE: Puntare sul debito Mercati Emergenti, buone opportunità in vista

Anche se non facile da trovare, una vasta serie di opportunità d’investimento può essere d’aiuto, così come un processo di generazione d’idee ripetibile e strutturato.

Per illustrare questa visione, presentiamo tre idee di portafoglio ‘non correlate’.


1) Azioni di Taiwan vs azioni di Singapore

La nostra analisi interna aveva ben classificato il mercato azionario di Taiwan, ma era molto meno positiva su quello di Singapore. Taiwan, abbiamo concluso, offriva un potenziale di crescita di qualità a valutazioni ragionevoli con favorevole posizionamento degli investitori e una positiva revisione delle aspettative degli utili. Singapore, dall’altra parte, aveva fondamentali deboli e mancava di revisione degli utili, elementi che hanno avuto un peso maggiore rispetto alle  interessanti valutazioni offerte.

Era, inoltre, interessante la rispettiva composizione settoriale, poiché l’overweight del settore tecnology di Taiwan offriva esposizione al recupero statunitense ma, rispetto ad altri mercati emergenti, era meno esposto al potenziale rialzo dei tassi d’interesse statunitensi. Singapore era caratterizzato da una pesante propensione verso le banche, con un’esposizione piuttosto elevata ai prestiti cinesi e l’indebolimento del settore immobiliare domestico. Quindi, nel complesso, questa posizione ha offerto esposizione ai cicli di crescita statunitensi ed europei, coprendo dal rischio di un ulteriore indebolimento della Cina.


2) Fiorino ungherese vs zloty polacco
Anche se siamo positivi sulle prospettive dell’economia polacca nel medio termine, ci preoccupava il più breve periodo a causa della caduta dell’inflazione e della prospettiva di tagli dei tassi d’interesse in reazione all’indebolimento dell’attività industriale. L’esposizione a Russia e Ucraina ha anche messo pressione sulla crescita. L’Ungheria, d’altro canto, offriva una forte crescita economica, un’inflazione che si stava risollevando da un livello molto basso, e un ambiente stabile per i tassi d’interesse. Questa posizione era un modo per approfittare di una politica monetaria e previsioni di crescita divergenti tra i due Paesi, con il vantaggio aggiuntivo che il fiorino ungherese era relativamente meno costoso dello zloty polacco.


3) Obbligazioni governative a 10 anni australiane vs obbligazioni governative statunitensi a 10 anni

Questa idea si basava sulla visione che le divergenze in politica monetaria e nei dati economici fondamentali avrebbero condotto i tassi d’interesse in Australia e negli Stati Uniti in direzioni opposte. Questa tendenza si è già verificata per un certo tempo ma, a nostro parere, potrebbe continuare ad essere ancora più evidente nel prossimo futuro, poiché gli Stati Uniti iniziano a rimuovere gradualmente gli stimoli di politica monetaria mentre l’Australia prevede di essere maggiormente accomodante aggiustando al ribasso i tassi e andando verso un boom irripetibile in termini commerciali.

Tutte le ultime su: rischio , investimenti
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Chi e per cosa si può utilizzare NoiPA

NoiPA è la piattaforma digitale per la gestione del personale e degli stipendi del settore pubblico.

da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »