NAVIGA IL SITO

Azioni, più difficile trovare opportunità

La recente stagione delle trimestrali non ha riservato grandi sorprese. Marc Chapman (Hedge Invest Sgr) ritiene che possa “essere il momento di iniziare ad aggiungere delle posizioni corte su singoli nomi”.

di Redazione Soldionline 22 mag 2019 ore 11:23

La recente stagione delle trimestrali non ha riservato grandi sorprese. “In generale le aziende hanno riportato profitti in linea o leggermente superiori alle aspettative del consenso”, ha evidenziato Marc Chapman - gestore del fondo HI Principiam per Hedge Invest Sgr.
Di conseguenza, il gestore ritiene che, sulla base del forte rialzo messo a segno dai mercati azionari nei primi quattro mesi del 2019, sta diventando più difficile trovare opportunità di investimento.
Al contrario, Marc Chapman ritiene che possa “essere il momento di iniziare ad aggiungere delle posizioni corte su singoli nomi”.
Nell’analisi seguente il gestore spiega i motivi di questa posizione.

 

grafico-azioniI mercati azionari europei stanno continuando a recuperare, proseguendo la buona performance del primo trimestre dell’anno. Per quanto riguarda la stagione degli utili, in generale le aziende hanno riportato profitti in linea o leggermente superiori alle aspettative del consenso. Tali attese erano state riviste al ribasso nel quarto trimestre del 2018 e all’inizio del 2019: ciò ha significato che anche in settori ciclici come automotive e industrial la maggior parte delle aziende sono state in grado di ottenere utili almeno in linea con le previsioni del mercato. Un ulteriore elemento che ha supportato il recupero è stata la tacita sicurezza che i tassi di interesse non verranno alzati nel corso del 2019. Il recente calo della volatilità, così come altri indicatori di sentiment, suggeriscono che i mercati si sono normalizzati in termini di aspettative. I termini ‘recessione’ o ‘hard landing’ non sono più utilizzati nella stampa finanziaria, a testimonianza di un sentiment più ottimistico. Data la forte accelerazione del mercato azionario, trovare opportunità sul lato lungo sta diventando più difficile.

In generale, in concomitanza con il peggioramento del rapporto rischio rendimento sul mercato azionario europeo e considerando le valutazioni attualmente elevate e la crescita delle aspettative sugli utili, riteniamo prudente ridurre la componente ciclica del portafoglio e uscire dalle posizioni lunghe sulle small-cap, mentre può essere il momento di iniziare ad aggiungere delle posizioni corte su singoli nomi, al fine di proteggere il capitale, qualora dovesse palesarsi una correzione. Guardando avanti, nella seconda metà dell’anno la performance deriverà principalmente della selezione dei singoli titoli, che assumerà un’importanza ancora più evidente.

 

La titolarità dell'analisi che qui riportiamo è dell'autore della stessa, e l'editore - che ospita questo commento - non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà.
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.